VATICANO - Clausura è missione

venerdì, 20 ottobre 2017 vita consacrata   pontificie opere missionarie   missione   evangelizzazione  


Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Teresa di Lisieux desiderava 'essere l'amore nel cuore della Chiesa'. Oggi le monache di clausura sono come un cuore che pompa il sangue, cioè la carità di Cristo, a tutto l'organismo della Chiesa universale. Cosi il loro amore arriva a tutte le missioni e a tutti i missionari, che sono le mani che battezzano o le braccia che accolgono i poveri e i sofferenti. Se il cuore non pompa il sangue, l'organismo muore. Papa Giovanni XXIII diceva che le Pontificie Opere Missionarie sono come il sistema vascolare nell'organismo umano, quella rete che permette all’amore di Dio di arrivare in ogni tessuto. Le monache, con la loro preghiera e il loro sacrificio quotidiano, ne sono il cuore pulsante, da cui tutto trae origine”: così p. Ryszard Szmydki, O.M.I., Sottosegretario della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, presenta il video prodotto dall'Agenzia Fides e diffuso, in occasione della Giornata Missionaria Mondiale, per ricordare il 90° anniversario della proclamazione di Teresa di Lisieux “Patrona delle missioni”. Il 14 dicembre 1927, infatti fu Papa Pio XI a dichiarare S. Teresina di Lisieux “patrona speciale dei missionari, uomini e donne, esistenti nel mondo”, titolo già concesso a S. Francesco Saverio.
Nel nuovo impegno di produzione multimediale (il video è disponibile sul canale Youtube di Fides in Italiano e inglese), l'Agenzia Fides è entrata in un monastero carmelitano dove le monache, secondo la via tracciata da Santa Teresina, abbracciano tutto il mondo.
Nel colloquio con Fides, P. Ryszard Szmydki ricorda che missione e contemplazione sono proprie di ogni battezzato: “Il missionario, come afferma la Redemptoris Missio, deve essere un ‘contemplativo in azione’. La risposta ai problemi egli la dà alla luce della parola di Dio e nella preghiera personale e comunitaria. Se il missionario non è un contemplativo non può annunciare Cristo in modo credibile”. (PA) (Agenzia Fides 20/10/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network