AFRICA/CONGO - “Liberate i prigionieri politici non regolarmente giudicati” chiedono i Vescovi

giovedì, 20 ottobre 2016 vescovi   politica  


Brazzaville (Agenzia Fides) - “Liberate i prigionieri politici che non sono stati regolarmente condannati”. È l’appello che i Vescovi della Repubblica del Congo rivolgono alle autorità nazionali al termine della loro 45esima Assemblea Plenaria.
Nella dichiarazione conclusiva, il cui testo è pervenuto all’Agenzia Fides, si afferma “la prigionia di leader politici, di responsabili di partiti politici, di candidati alle elezioni presidenziali, di membri delle équipe delle campagne elettorali dei candidati, costituisce una sofferenza insormontabile, non solo per le famiglie ma anche per tutti i congolesi innamorati della pace. Questa situazione non può lasciarci indifferenti. Noi, Vescovi del Congo, nell’Anno del Giubileo straordinario della Misericordia, chiediamo al Presidente della Repubblica, di liberare tutti i prigioni politici non regolarmente giudicati”.
Ricordando gli scontri che si susseguono da fine settembre nella regione del Pool, tra i militari e i miliziani del “Pastore Tumi”, alias di Frédéric Bitsamou (vedi Fides 6/10/2016), i Vescovi lanciano altresì un appello alla pace. Rivolgendosi ai politici affermano: “vi ricordiamo che il vero dialogo costituisce la pietra angolare di ogni vera democrazia. Vi chiediamo vivamente di operare per il ritorno della pace nel Congo in generale e nel Pool in particolare. Che lo Stato assuma le sue responsabilità di garante della pace e dell’unità nazionale”. (L.M.) (Agenzia Fides 20/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network