AMERICA/PARAGUAY - I Vescovi denunciano la violenza sproporzionata contro i contadini

venerdì, 23 settembre 2016 conferenze episcopali   indigeni   violenza   politica  
I Vescovi denunciano la violenza sproporzionata contro i contadini

I Vescovi denunciano la violenza sproporzionata contro i contadini

Asunción (Agenzia Fides) – "La Chiesa condanna qualsiasi tipo di atti che vadano contro la dignità dell’essere umano, qualunque sia la sua condizione sociale, ma in special modo quando si tratta dei settori più fragili della società, come le famiglie dei contadini”: così inizia il comunicato della Conferenza Episcopale del Paraguay inviato a Fides. La denuncia riguarda lo sgombero delle famiglie dei contadini dalla colonia di Guahory, nel distretto di Tembiaporá (dipartimento Caaguazú), dove risiedevano da lungo tempo, avvenuto il 15 settembre, che ha suscitato grande eco nel Paese per l’eccessivo uso della forza.
I Vescovi proseguono: "si lamenta e si condanna l’intervento eccessivo e sproporzionato delle forze dell’ordine per distruggere le coltivazioni e le abitazioni dei contadini, in una terra la cui proprietà è contesa e la cui titolarità non sarebbe ancora accertata e provata in modo sufficiente”.
Il comunicato presenta questa richiesta: "ancora una volta, si vede la necessità di affrontare seriamente, e con urgenza, una riforma agraria integrale, che permetta alle famiglie contadine di rimanere nelle loro terre". Infine ricorda “l'obbligo per le autorità di misurare le azioni e rispettare i diritti e la dignità di tutti, offrendo le garanzie necessarie ai più deboli".
(CE) (Agenzia Fides 23/09/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network