AMERICA/NICARAGUA - Il Presidente dei magistrati accusa la Chiesa di “fare politica”

giovedì, 16 giugno 2016 politica   vescovi   elezioni   democrazia  
Vescovi del Nicaragua

Vescovi del Nicaragua

Managua (Agenzia Fides) – Tra le prime reazioni al comunicato della Conferenza Episcopale, che chiede elezioni trasparenti e la presenza degli osservatori internazionali (vedi Fides 15/06/2016), il magistrato sandinista Francisco Rosales, Presidente della Camera della Corte di Cassazione (CSJ), ha ribattuto che la posizione della Chiesa cattolica sui più recenti sviluppi è chiaramente politica: "Questo problema di credibilità a cui si riferiscono (i vescovi) è un problema immaginario e un problema che dimostra un pregiudizio politico e il fatto che essi stessi sono politici".
In particolare, il magistrato ha criticato il Vescovo ausiliare di Managua, S.E. Mons. Silvio Jose Baez, per le sue prese di posizione pubbliche sulla situazione del paese (vedi Fides 14/06/2016). "Cosa fa Silvio Báez quando rilascia dichiarazioni su questo? Fa attività politica" ha detto Rosales alla stampa, nella riunione in cui ha reso pubblica la risposta negativa al ricorso del
Partito Liberal Independente (PLI), una delle forze di opposizione al presidente Ortega, contro la decisione di togliere la rappresentanza legale a Eduardo Montealegre, capo del PLI, eliminandolo così dalle prossime consultazioni.
Secondo dati dalla stampa locale, Francisco Rosales Arguello ha firmato la sentenza 504 del 19 ottobre 2009, che consentiva la rielezione di Daniel Ortega, dichiarando incostituzionale l'articolo 147 della Costituzione del Nicaragua, che invece la vietava.
(CE) (Agenzia Fides, 16/06/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network