ASIA/PAKISTAN - I Vescovi: “Giustizia per la strage di Lahore”

giovedì, 17 marzo 2016 giustizia   persecuzioni   martiri   terrorismo  

Paolo Affatato

L'interno della Chiesa di san Giovanni a Youhanbad, luogo della strage

Lahore (Agenzia Fides) - Condurre davanti alla giustizia i colpevoli della strage che il 15 marzo 2015, in seguito all'esplosione di due bombe davanti a due chiese di Youhanabad, quartiere di Lahore, uccise 21 persone e ne ferì 80. Lo chiede, in un comunicato ufficiale inviato all'Agenzia Fides, la Commissione nazionale “Giustizia e Pace”, espressione della Conferenza Episcopale cattolica del Pakistan. La comunità cristiana, a un anno da quei tragici eventi, “piange ancora la perdita dei suoi cari, il cui coraggio e sacrificio ha salvato la vita di molti fedeli innocenti in preghiera nelle due chiese”, nota il testo.
La Commissione auspica “un'indagine adeguata” ed “esprime delusione sul ruolo delle forze dell'ordine” che si sono concentrate solo sull'episodio che seguì a quella strage, ovvero il linciaggio di due presunti complici dei terroristi.
L'organismo dei Vescovi cattolici invita il governo a “condurre un'indagine imparziale sia sugli autori e organizzatori degli attentati, sia sull'incidente del linciaggio” e ricorda che il rispetto di legalità e giustizia, senza permettere alcun tipo di impunità, è la strada per promuovere tolleranza religiosa e sociale e per la tutela delle minoranze religiose in Pakistan. (PA) (Agenzia Fides 17/3/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network