AMERICA/REPUBBLICA DOMINICANA - “Impegno per la cultura dell'accoglienza”: incontro delle diocesi di confine dei due paesi

giovedì, 25 febbraio 2016 politica   rifugiati   aree di crisi   vescovi  
Frontiera Haiti - R. Dominicana

Frontiera Haiti - R. Dominicana

Barahona (Agenzia Fides) – Al termine della loro seconda riunione, svoltasi in un clima fraterno e cordiale il 15 e 16 febbraio 2016 a Villa Cana, Cap Haitien (Haiti), le diocesi di confine tra Haiti e la Repubblica Dominicana hanno pubblicato un messaggio in cui sottolineano: "Questi incontri ci incoraggiano e ci danno l'opportunità di continuare il lavoro svolto dalla Chiesa per il bene dei due popoli, in particolare i migranti, i rifugiati, i rimpatriati, i senza documenti, i deportati, vale a dire i più vulnerabili. Vogliamo anche rafforzare la volontà di concretizzare progetti per il miglioramento delle condizioni di vita nelle zone di confine. Abbiamo bisogno di un impegno a coinvolgere tutte le nostre forze ecclesiali: vescovi, sacerdoti, religiosi, laici e organizzazioni della comunità".
"Le diocesi di frontiera, le commissioni di pastorale dei migranti, insieme alle Caritas nazionali dei due paesi, ribadiscono il loro impegno per la cultura dell'accoglienza, perché chi ospita i nostri fratelli migranti accoglie il Dio misericordioso" si legge nel messaggio, pervenuto a Fides, che cita il Giubileo della Misericordia e il messaggio del Papa per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato.
"Nel contesto del clima pre-elettorale nei due paesi (Haiti e Repubblica Dominicana), chiediamo a tutti di pensare al bene comune, promuovere la coscienza cittadina per scegliere candidati onesti in modo che i cittadini non si vedano obbligati ad emigrare. Chiediamo inoltre di fare tutto il possibile per far crescere la fratellanza bilaterale, perché siamo figli dello stesso Padre."
Il documento è firmato dai Vescovi delle diocesi di Jacmel, Fort Liberté, Port au Prince (Haiti) e Mao-Monte Cristi, San Juan de la Maguana, Barahona (Rep. Dominicana), e dai Presidenti della Caritas dei due paesi.
(CE) (Agenzia Fides, 25/02/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network