http://www.fides.org

Dossier

2005-08-20

FIDES "GIOVANI E MISSIONE" (Quarta Parte): ASIA - PAKISTAN - “Youth for Christ” il primo gruppo giovanile cattolico

E’ il primo gruppo giovanile cattolico ufficialmente riconosciuto dalla Chiesa pakistana: “Youth for Christ” accoglie giovani che intraprendono un cammino di preghiera, di ascolto della Parola di Dio, di impegno sociale in favore dei bambini, di annuncio del Vangelo ad altri giovani. Il movimento è nato dall’esperienza e dall’ambiente delle Pontificie Opere Missionarie (POM) in Pakistan, grazie all’intuizione e al lavoro del Direttore Nazionale delle POM, p. Mario Rodrigues.
Oggi il Movimento, che ha iniziato le sue attività in modo sistematico nel novembre 2004, è diffuso soprattutto nelle diocesi di Karachi, guidata dall’Arcivescovo Mons. Evarst Pinto. I giovani sono seguiti nel loro cammino spirituale e missionario da p. Edward Joseph e da Suor Julie Pacheco. Il movimento ha un suo cammino di formazione, con incontri e seminari che riguardano specialmente temi legati alla missione della Chiesa, all’ecumenismo, al dialogo interreligioso, alla pace. Promuove inoltre incontri di preghiera e propone ai giovani un impegno concreto nell’assistenza e nell’educazione di bambini orfani o di famiglie molto povere. Molto presente - sottolinea p. Edward Joseph - risulta anche la dimensione missionaria: i giovani si fanno portatori della proposta di “Youth for Christ” ai loro coetanei e coinvolgono altri giovani nell’attività di volontariato. Essi, afferma p. Joseph, sono i veri protagonisti della nuova evangelizzazione; sono gli unici che possono parlare ad altri giovani e annunciare loro l’amore di Dio e i valori del Vangelo.
Il movimento cerca di educare i giovani al dialogo e alla pace, per far crescere nei ragazzi i valori di armonia sociale e riconciliazione. Gli studenti presenti hanno sottolineato nei loro interventi di capire l’importanza dei valori di amore, rispetto, tolleranza, da vivere in ogni ambiente: in casa, a scuola, per le strade. Molti studenti apprezzano i valori di tolleranza, armonia e rispetto, che giovano in particolar modo ai rapporti fra i membri di diverse religioni.
Oggi, con l’incoraggiamento della Chiesa locale, “Youth for Christ” viene proposto nelle scuole cattoliche, come strumento di missione fra i ragazzi. I responsabili del movimento affermano: “Avvertiamo l’urgenza di educare le nuove generazioni, conducendole in un cammino spirituale che permetta loro di scoprire il rapporto con Dio, vivere i valori di pace e amore per il prossimo, sensibilizzarli nella missione in Pakistan e in tutto il mondo, allargando i loro orizzonti”.
Una delle proposte fondamentali è quella di partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia, dove si sta preparando una delegazione di giovani dal Pakistan, anche grazie al contributo economico di solidarietà proveniente da altri partecipanti, soprattutto dai paesi occidentali.

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network