OCEANIA/PAPUA NUOVA GUINEA - Una scheda sul paese

venerdì, 24 giugno 2005

- Superficie: 462.840 kmq
- Popolazione: 5.420.280 abitanti
- Capitale: Port Moresby (324.900 abitanti)
- Ordinamento dello stato: monarchia costituzionale
- Composizione etnica: melanesiani, papuani, negritos (popolazioni aborigene dell'Australia), polinesiani, micronesiani
- Lingua parlata: 750 lingue indigene oltre al pidgin all’inglese
- Religione: 22% cattolica, 16% luterana, 8% presbiteriana, metodista, 5% anglicana, 10% altri riti protestanti, 4% evangelica, 1% avventista del settimo giorno, 34% religioni panteistiche

La Papua Nuova Guinea, vasta complessivamente una volta e mezza l'Italia, ha cinque milioni di abitanti. Le oltre 700 lingue e dialetti che vi si parlano fanno capire l’estrema frammentazione della popolazione, che vive in gruppi moto piccoli e separati tra loro nelle foreste. Mentre nelle aree costiere il clima è tropicale, caldo e umido, sugli altipiani la natura è diversa, con una vegetazione e un clima più simili a quelli europei.
Essendo un insieme di gruppi tribali spesso divisi da barriere geografiche e linguistiche, tra loro parlano una sorta di esperanto, il pidgin, basato sull'inglese. È un paese che potrebbe essere abbastanza ricco, data la presenza di risorse naturali, ma complessivamente versa ancora in problemi di arretratezza economica.
- La varietà religiosa
In Papua Nuova Guinea il cristianesimo è maggioritario, con una percentuale animista. Alcune aree sono soprattutto protestanti, altre in maggioranza cattoliche. Ci sono poi le sette di origine statunitense o neozelandese L'appartenenza religiosa è per tribù. Le sette proliferano e si moltiplicano in modo quasi incontrollato. Quello delle sette è anche un grosso “affare”, in quanto hanno il diritto a finanziamenti governativi.
- La Chiesa
A un secolo dall’arrivo dei primi missionari, la comunità cattolica della Papua Nuova la Chiesa locale, da una condizione di Chiesa bisognosa del continuo apporto dei missionari, si avvia a divenire una “Chiesa autosufficiente”.
La comunità ecclesiale conta 1,6 milioni di fedeli. La Chiesa sta assumendo un volto “autenticamente papuano”, anche grazie all’apporto dei missionari che per anni hanno aiutato la crescita umana, spirituale, culturale della comunità ecclesiale. La comunità ha indicato le priorità nell’azione pastorale: la vita famigliare, i giovani, la formazione di clero e laici, l’istruzione, le tematiche inerenti a Giustizia a Pace, la lotta all’Aids. La Chiesa ha anche rilanciato la necessità di dare maggiore attenzione alle politiche giovanili e combattere il fenomeno della criminalità diffusa e della la violenza giovanile. In città come Port Moresby, Lae, Mt Hagen, è diffuso il fenomeno delle gang giovanili, denominate “raskols”, che compiono continui atti di violenza indiscriminata.
- Diocesi 19; Vescovi 30; sacerdoti diocesani 170; sacerdoti religiosi 346; religiosi non sacerdoti 227; religiose 860; catechisti 2.496 (Fonte: Annuario Statistico della Chiesa Cattolica 2002).
(Agenzia Fides 24/06/2005 Righe: 33 Parole: 324)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network