ASIA/GIAPPONE - Il Cardinale Filoni: Hiroshima è il luogo in cui Cristo ha rinnovato il suo sacrificio nel ventesimo Secolo

mercoledì, 20 settembre 2017 missione   evangelizzazione  

Il Cardinale Filoni sosta in raccoglimento davanti al Monumento della Pace a Hiroshima.

Hiroshima (Agenzia Fides) – Hiroshima “è il luogo in cui Cristo ha rinnovato il suo sacrificio nel ventesimo Secolo”. E anche per la Chiesa cattolica, Hiroshima “oggi significa città della pace, nella quale Dio non ha dimenticato l’uomo, non si è nascosto, ma vi abita”. Così il Cardinale Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei popoli, ha espresso uno sguardo di fede sulla vocazione spirituale universalmente riconosciuta alla città giapponese dove il 6 agosto 1945 fu consumato il primo massacro atomico della storia umana. Lo ha fatto nel discorso rivolto mercoledì 20 settembre a sacerdoti, religiosi, religiose, fedeli consacrati e laici dell'Arcidiocesi di Hiroshima, da lui incontrati nel quarto giorno della sua visita in terra giapponese. “Qui” ha proseguito il Prefetto di Propaganda Fide “Cristo crocefisso continua, dall’alto di questo nuovo Golgota, ad ammonire tutte le genti” compresi coloro che in nome delle religioni “fomentano odio, divisioni e guerre”. Il richiamo alla presenza operante di Cristo nelle vicende del mondo ha offerto al Cardinale l'occasione di suggerire anche ai cattolici dell'Arcidiocesi le vie per dare spazio a “un rinnovato impulso missionario, proprio come esorta il Papa Francesco nell’Evangelii gaudium”. L'Arcidiocesi di Hiroshima si estende su un territorio che ospita 7 milioni di abitanti, e dove i battezzati cattolici sono circa 20mila.”Cristo è qui conosciuto?  Ha un posto? Ha una salvezza da proporre? Il regno di Dio è qui annunciato?  Ecco” ha suggerito il porporato “gli interrogativi cui rispondere.  Mentre ammiriamo l’opera missionaria passata, non possiamo esserne semplici amministratori di quei risultati.  Se manca la motivazione alla missionarietà, mancherà anche la generosità e lo zelo apostolico; mancherà la gioia di evangelizzare”.
"Dalla gloria, dalla grazia e dalla verità portate da Cristo - ha aggiunto il Prefetto del Dicastero missionario - non può essere escluso il Popolo giapponese. Dio non si è fermato alle porte di questo Paese, che pur nobile e colto, attende il Regno di Dio: Ecco dite ai ciechi, ai sordi, ai malati, ai poveri, a chi è senza speranza, o soffre per la divisione delle famiglie, o ai drogati, o a chi pensa che il suicidio sia l’unica strada per porre termine alla desolazione e disperazione che per essi c’è una Buona Notizia”.
Nella sua visita a Hiroschima, il Cardinale Fernando Filoni ha reso omaggio al Monumento della Pace e della Bomba Atomica. (GV) (Agenzia Fides 20/9/2017).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network