AFRICA/LESOTHO - Elezioni parlamentari: il plauso degli osservatori della Chiesa

martedì, 13 giugno 2017 chiese locali   elezioni  

Masaru, la capitale del Lesotho

Maseru (Agenzia Fides) - “Le elezioni nell’insieme sono state pacifiche e ben organizzate. Sebbene vi siano alcune cose da migliorare, come Chiesa applaudiamo il modo come si sono svolte” afferma il rapporto sulle elezioni parlamentari tenutesi il 3 giugno in Lesotho. Il documento, inviato all’Agenzia Fides, è stato redatto dalla Commissione Giustizia e Pace della Conferenza Episcopale del Lesotho, in collaborazione con l’Inter-Regional Meeting of Catholic Bishops of Southern Africa (IMBISA).
La Commissione Giustizia e Pace ha inviato 120 osservatori in 50 circoscrizioni elettorali, alcuni fissi ed altri che si muovevano da un seggio all’altro.
Il rapporto riferisce che i seggi controllati dagli osservatori della Chiesa erano ben gestiti da personale formato in modo appropriato. Le procedure di voto si sono svolte in modo ordinato con gli addetti al seggio che pronunciavano ad alta voce il nome dell’elettore che deponeva la scheda nell’urna, in modo che i presenti potessero verificare la correttezza della votazione.
In alcuni seggi si è però notata la presenza di militari con armi e uniformi nuove di zecca, che sono apparsi avere un atteggiamento intimidatorio ad alcuni elettori. Il Lesotho ha subito golpe e tentati golpe militari negli ultimi anni (vedi Fides 8/9/2014 e Fides 17/7/2015). Grazie anche all’intervento del Sudafrica (unico Paese confinante) il Lesotho ha potuto ritrovare la strada della democrazia. La Chiesa cattolica dell’intera Africa australe, tramite l’IMBISA, ha seguito da vicino il processo di pacificazione del piccolo Paese che è strategico per il Sudafrica per le forniture d’acqua, assicurata alle città di Pretoria e di Johannesburg. Il Lesotho, soprannominato “Il castello d’acqua del Sudafrica” sconta però periodi di siccità a causa del dirottamento delle proprie risorse idriche verso il potente vicino. (L.M.) (Agenzia Fides 13/6/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network