AFRICA/SENEGAL - Il Paese dei bambini “accattoni”

venerdì, 31 marzo 2017

PRO Jeff Attaway

Dakar (Agenzia Fides) - In Senegal ci sono circa 50 mila bambini che chiedono l’elemosina per le strade. Arrivano da villaggi interni o da Paesi vicini come Gambia, Mali e Guinea Bissau. Per la maggior parte sono i Talibè, bambini tra i 3 e i 15 anni inviati dai loro genitori presso le Daara, scuole coraniche, dirette da maestri che vengono chiamati Marabut, per apprendere il Corano e i precetti dell’Islam. Solo a Saint Louis i Talibè sono 15 mila, di questi circa 10 mila sono costretti a mendicare ogni giorno. Molti tentano di scappare dai malfattori, che spesso li incatenano per fermarli. Dal 2005, in Senegal, esiste una legge che proibisce l’accattonaggio ma non viene messa in pratica. Il Governo senegalese, in diverse occasioni, ha annunciato l'adozione di misure forti per porre fine all’accattonaggio. Tuttavia la società locale sta cominciando a prendedere coscienza di questo dramma e a reagire: esistono diverse piattaforme che denunciano il fenomeno dei bambini mendicanti e la violenza contro di loro, favorendo un cambiamento di mentalità a tutti i livelli.
(AP) (31/3/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network