AMERICA/CILE - Mons. Vargas: l’Araucania ha bisogno di un intervento particolare

lunedì, 17 ottobre 2016 indigeni   chiese locali   diritti umani   violenza  
Mons. Hector Eduardo Vargas,

Mons. Hector Eduardo Vargas,

Temuco (Agenzia Fides) – Si dovrebbero prendere decisioni concrete e particolari per affrontare i fatti di violenza che si registrano nell'Araucanía ha affermato ieri Sua Ecc. Mons. Hector Eduardo Vargas, Vescovo di Temuco, facendo seguito alle dichiarazioni fatte dal Ministro dell'Interno, Mario Fernandez, secondo il quale, tra l'altro, la regione non ha bisogno di leggi speciali.
Il Vescovo di Temuco, zona coinvolta interamente nelle vicende dell’Araucanía, che è anche a capo della Commissione consultiva del Presidente della Repubblica per la violenza e per il tavolo di dialogo (vedi Fides 11/08/2016), ha informato che hanno chiesto spiegazioni al Ministero degli Interni per queste sue dichiarazioni. Secondo la nota pervenuta a Fides, dopo un breve incontro con l'autorità politica, il Vescovo ha informato che le dichiarazioni fatte dal Ministro sono specificamente riferite alla questione della criminalità e alla presenza della polizia. Mons. Vargas ha ricordato che, in ogni caso, l'ultima parola spetta al governo e solo dal governo dipende ogni eventuale provvedimento per questa situazione.
Mentre si continua a lavorare al tavolo di dialogo per la causa Mapuche, la settimana scorsa migliaia di manifestanti sono scesi in strada per sostenere la causa Mapuche. La manifestazione, svoltasi a Santiago, è finita con atti di violenza, 36 fermati e qualche poliziotto ferito, ma gli organizzatori hanno dichiarato che i violenti non facevano parte dei manifestanti.
(CE) (Agenzia Fides, 17/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network