AFRICA/SUD SUDAN - L’ex Vice Presidente Machar si rifugia all’estero

giovedì, 18 agosto 2016 gruppi armati  


Juba (Agenzia Fides)- Riek Machar, ex Vice Presidente del Sud Sudan ed ex leader dei ribelli, ha lasciato il Paese dopo le sanguinose violenze del mese scorso nella capitale a Juba e si trova ora in un "Paese sicuro". Lo afferma una nota del movimento da lui presieduto, l’SPLM-IO (Movimento di Liberazione del Popolo Sudanese In Opposizione).
Machar era nascosto nei pressi di Juba dall’8 luglio quando sono scoppiati violenti combattimenti tra le truppe a lui fedeli e l’esercito governativo (vedi Fides 11/8/2016). “Gli scontri tra i militari del Presidente Salva Kiir e i 1.400 uomini che Machar, in base agli accordi dell’agosto 2015, si era portato con sé a Juba, sono stati violentissimi” ricordano fonti locali che hanno chiesto a Fides l’anonimato per ragioni di sicurezza. “Al termine dei combattimenti, il 12 luglio, si contavano centinaia di morti tra i militari di entrambe le parti e soprattutto tra i civili, ai quali non sono stati risparmiati stupri e saccheggi”.
“Dopo che Machar era fuggito il Presidente Kiir gli aveva dato 48 ore di tempo per rientrare al suo posto, ma Machar non si è fidato visto che i militari governativi avevano cercato di ucciderlo sparando sulla sua casa con elicotteri da combattimento. Ha quindi preferito nascondersi, probabilmente nella foresta, per poi dopo un mese trovare rifugio all’estero”.
Taban Deng Gai, un membro della formazione di Machar (SPLA-IO) che è transitato nel campo di Kiir, è stato nominato Vice Presidente al posto di Machar.
La situazione in Sud Sudan rimane molto tesa mentre l’ONU ha deciso di inviare altre 4.000 Caschi Blu in rinforzo ai 12.000 uomini già dispiegati nel Paese nell’ambito della missione ONU in Sud Sudan (UNMISS), i cui vertici sono sotto accusa per la mancata protezione di una struttura a loro affidata nella quale militari governativi hanno ucciso un giornalista e commesso violenze su diversi operatori umani stranieri. (L.M.) (Agenzia Fides 18/8/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network