ASIA/GIAPPONE - Un missionario: “Aiutare anche i giovani giapponesi per la GMG”

giovedì, 2 giugno 2016 giovani   evangelizzazione   chiese locali   giornata mondiale della gioventù  

Facebook

Takamatsu (Agenzia Fides) – “Chiediamo un aiuto per i ragazzi che dal Giappone desiderano partecipare alla prossima Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Cracovia alla fine di luglio. Si tratta di un pellegrinaggio vocazionale, durante il quale ogni giovane potrà riflettere sulla chiamata del Signore. Catechesi, liturgia, missione, vita in comune con altri ragazzi, aiuteranno i ragazzi ad immergersi in un dialogo con il Signore che, darà frutto in ciascuno di loro": è quanto afferma, in una missiva inviata a Fides, il missionario italiano don Antonello Iapicca, che opera nella diocesi di Takamatsu.
I giovani nipponici “potranno fare silenzio nel loro cuore e scoprire se sono chiamati al sacerdozio, alla vita religiosa, al monastero o al matrimonio. Sarà un tempo in cui Cristo li prenderà per mano accompagnandoli a fondare più consapevolmente la propria vita in Lui. Sarà per tutti un passo decisivo, per diventare i cristiani che il Padre ha pensato da sempre”, prosegue la lettera.
I giovani, spiega don Iapicca, “sono nati e stanno crescendo in famiglie numerose, sono studenti e, pur impegnandosi a lavorare e in varie altre attività per raccogliere i fondi necessari al pellegrinaggio, non ce la fanno a pagare tutta la quota. Le famiglie non possono fare più di quanto stanno facendo”.
La lettera conclude: “Per un giovane non esistono soldi spesi meglio. Chi incontra un cristiano, a scuola, al lavoro, incontra Cristo, ed è sempre un incontro che apre alla speranza e alla salvezza. Quanti matrimoni saranno salvati, quanti aborti evitati, quante situazioni difficili saranno affrontate in modo diverso grazie alla presenza e alla testimonianza di questi ragazzi. E molto di questo passa attraverso la Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia". La richiesta mira soprattutto a coprire le spese per il biglietto aereo, che in estate è molto caro. (PA) (Agenzia Fides 2/6/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network