ASIA/PAKISTAN - La Chiesa del Punjab unita, oltre la frontiera indo-pakistana

sabato, 7 maggio 2016 chiese locali   formazione   pellegrinaggi   anno della misericordia  

Arcidiocesi di Lahore

I due vescovi di Lahore (a sinistra) e Jalandhar (a destra)

Lahore (Agenzia Fides) – Superare le divisioni, le differenze, le tensioni politiche che esistono tra India e Pakistan e riscoprire le radici comuni, nel segno della cultura, della fede, della fratellanza: con questo spirito la diocesi di Lahore, capitale del Punjab pakistano, ha organizzato alla fine di aprile un pellegrinaggio giubilare nel Punjab indiano, visitando le diocesi indiane confinanti e “compiendo un’esperienza di unità, condivisione, comunione e fraternità”, ha sottolineato a Fides l’Arcivescovo Sebastian Francis Shaw di Lahore, che ha guidato una delegazione di 16 sacerdoti diocesani. “Siamo andati in India con il triplice scopo di visitare i fratelli cristiani indiani; stabilire relazioni cordiali con la Chiesa locale, per la partecipazione ai seminari, conferenze e ritiri in entrambi i paesi; esplorare collaborazione nei campi della formazione permanente di sacerdoti, suore e catechisti e laici interessati; e infine per condividere informazioni sulle attività pastorali, nel segno della testimonianza evangelica”, ha spiegato a Fides l’Arcivescovo di Lahore. E’ una esperienza che accada per la prima volta nella storia dei 130 anni dalla nascita della diocesi di Lahore. Nel 1886, la diocesi di Lahore fu ufficialmente eretta, staccando un territorio dalla arcidiocesi di Agra, e l’opera missionaria iniziò in loco grazie ai missionari francesi, italiani e ai frati cappuccino belgi. Nel 1947, il territorio della regione del Punjab fu diviso in due: una parte pakistana, una parte indiana, che tuttora conservano unità di lingua (il punjabi), tradizioni, costumi, cultura. La delegazione pakistana ha visitato le diocesi di Agra e Jalandhar, nel Punjab indiano, e anche New Delhi.
“Ci auguriamo che in questo Anno della misericordia possiamo rivalutare i luoghi storici, le chiese, le esperienze di vita dei fedeli e, con la nostra condivisione, essere il sale della terra e la luce del mondo. Speriamo di essere testimoni del Vangelo nel sub-continente indiano”, ha rimarcato l’Arcivescovo. "Il gruppo dei sacerdoti di Lahore ha trovato questa esperienza di fraternità ecclesiale formativa, gioiosa e stimolante”, commenta a Fides p. Inayat Bernard, uno dei partecipanti. Il pellegrinaggio dei sacerdoti ora sarà ricambiato: preti e religiosi provenienti dall’India si recheranno in visita in Pakistan. (PA) (Agenzia Fides 7/5/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network