ASIA/INDIA - Vescovo sequestrato: tre preti arrestati

venerdì, 6 maggio 2016 vescovi   sequestro   violenza   chiese locali  

Cuddapah diocese

New Delhi (Agenzia Fides) - La polizia indiana ha arrestato 14 persone accusandole di aver organizzato e partecipato al rapimento di Mons. Prasad Gallela, Vescovo della diocesi di Cuddapah, nell’Andra Pradesh, sequestrato e rilasciato dopo una notte il 25 aprile scorso (vedi Fides 30/4/2016). Tra i 14, ha reso noto il Sovrintendente della polizia, ci sono tre sacerdoti della diocesi di Cuddapah. Le accuse sono sequestro di persona a scopo di estorsione e tentato omicidio del Vescovo.
“Mons. Gallela Prasad è stato rapito a Chillikanuma da un gruppo di persone che lo hanno legato e malmenato, chiedendo un riscatto e minacciando di ucciderlo” ha detto il Sovrintendente di polizia. Il principale imputato è il sacerdote p. Nalladimmu Raja Reddy, 48 anni, parroco di Palur, nella diocesi di Kadapa, che gestisce diverse prestigiose istituzioni e fondazioni cattoliche.
Il secondo sacerdote arrestato è p. Lingala Vijaya Mohan Reddy, 45, parroco a Vallur, che sarebbe uno dei complici. Il terzo sacerdote arrestato, p. Sanivarapu Marreddy, 39, è il parroco di Renigunta. I tre non avrebbero apprezzato l’operato del Vescovo in alcune nomine e trasferimenti del clero locale e avrebbero voluto fare pressioni su di lui, assoldando degli uomini per organizzare il rapimento. “La ragione principale dietro il rapimento è il rancore che i sacerdoti hanno covato verso il Vescovo per il suo mancato appoggio nell’usare i fondi della Chiesa" ha dichiarato la polizia, che ha recuperato anche parte della refurtiva.
P. Sudhakar, sacerdote della stessa diocesi, ha dichiarato: “E un avvenimento molto triste. Preghiamo per la nostra Chiesa. Questi preti sono stati tratti in inganno dal potere e dal denaro e hanno arrecato un grande danno alla Chiesa”. (PA) (Agenzia Fides 6/5/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network