AMERICA/NICARAGUA - “Troppa presenza militare indica debolezza”: manifestazione contro il canale interoceanico

venerdì, 22 aprile 2016 politica   vescovi   diritti umani   ambiente  
Manifestazione in Nicaragua

Manifestazione in Nicaragua

Nueva Guinea (Agenzia Fides) – La presenza militare e della polizia sul percorso che seguirà la quarta Marcia nazionale contro il canale interoceanico, prevista per oggi, 22 aprile, in Nueva Guinea, "fa paura" alla popolazione: lo ha evidenziato il Vescovo di Matagalpa, Sua Ecc. Mons. Rolando Alvarez Lagos.
Secondo Mons. Alvarez, che è stato presente ad altre proteste popolari nella sua diocesi, la popolazione deve manifestare, si deve esprimere: "è sempre bene lasciar fare queste marce ai cittadini per le loro richieste, lasciarli liberi nelle loro manifestazioni, nelle loro espressioni personali, politiche ed economiche come queste; in ogni caso non devono mai alterare o disturbare la quiete del resto della società".
Poi il Vescovo ha aggiunto: "Ogni volta che viene usata la forza o la presenza militare, questo non lascia un buon segno all'ambiente sociale del Nicaragua. La troppa presenza militare negli eventi di mobilitazione dei cittadini, segnala piuttosto debolezza, sembra che si abbia paura del popolo".
Secondo informazioni locali, già da ieri, lungo quasi tutto il percorso della Marcia organizzata per oggi, sono state allestite postazioni militari e si sono insediati gruppi della polizia nazionale. La popolazione marcia per protestate sulla disinformazione circa gli accordi sul mega progetto del Gran Canale interoceanico che attraverserà tutto il paese senza considerare, secondo i manifestanti, i gravi danni all'ambiente e alla popolazione (vedi Fides 28/10/2015). Anche la Chiesa cattolica ha chiesto più volte chiarimenti alle autorità (vedi Fides 15/06/2015).
(CE) (Agenzia Fides, 22/04/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network