ASIA/COREA DEL SUD - Elezioni, la Chiesa auspica “più cooperazione” tra i partiti

giovedì, 14 aprile 2016 elezioni   dialogo  

Seoul Archdiocese

Seul (Agenzia Fides) – Il partito conservatore Saenuri, attualmente al governo in Corea del Sud, ha perso la maggioranza dei seggi nel Parlamento coreano. Secondo i risultati ufficiali delle elezioni del 13 aprile, per la prima volta dopo 20 anni si profila una composizione tripartitica dell’assemblea. Sui 300 seggi, il partito Saenuri ha ottenuto 122 membri e il principale partito di opposizione, il Partito democratico "Minjoo" ne ha presi 123, mentre la novità rilevante è che il neonato Partito Popolare, staccatosi dal partito democratico, ha guadagnato 38 seggi.
“Il voto riflette la delusione di molti elettori”, spiega all’Agenzia Fides Mons Peter U-il Kang, vescovo di Cheju e membro della Commissione per gli Affari sociali, nella Conferenza episcopale cattolica coreana. Secondo gli osservatori, il governo in carica della Presidente Park Geun-hye,ha creato malcontento soprattutto per il calo dell’economia: la crescita nel 2015 si è assestata intorno al 2,5% ma è soprattutto la disoccupazione (oltre il 12%) ad aver segnato il dissenso della popolazione giovanile.
Mos. Kang rileva che “ora la Presidente Park Geun-hye, che non ha la maggioranza parlamentare, si troverà a dover necessariamente avviare una cooperazione e collaborazione politica con le forze di opposizione, atteggiamento pienamente auspicabile”.
Anche sul versante dei rapporti con la Corea del Nord, mentre si vive una fase di alta tensione, “speriamo possa esserci un cambiamento nell’approccio politico di fondo, e che si riprenda la via del dialogo e il cammino di riconciliazione, che questo esecutivo finora non pareva coltivare”, conclude il Vescovo. (PA) (Agenzia Fides 14/4/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network