ASIA/INDIA - Irruzione in un’assemblea cristiana: fedeli minacciati, bibbie confiscate

martedì, 5 aprile 2016 persecuzioni   minoranze religiose   libertà religiosa  

facebook

New Delhi (Agenzia Fides) – Un gruppo di circa 40 estremisti indù ha fatto irruzione durante un incontro di preghiera di una assemblea cristiana pentecostale, interrompendo il culto, minacciando i fedeli e sequestrando le bibbie: come riferito a Fides dal Global Council of Indian Christians (GCIC), l’episodio è avvenuto domenica scorsa, 3 aprile, nel distretto di Kawardha, nello stato indiano di Chattisgarh.
Sajan K George, presidente del Gcic spiega a Fides: “Il Chattisgarh si è guadagnato un record di infamia per i radicali che illegalmente reprimono la libertà religiosa. Solo il mese scorso, nel distretto di Raipur, 25 estremisti hanno percosso uomini, donne e bambini e vandalizzato una chiesa. I radicali stanno alzando il tiro”.
Della violenza anticristiana e delle implicazioni che essa porta nella vita dei Pastori si parlerà in un convegno che si tiene a Goa dal 5 all’8 aprile, in cui Vescovi, preti, laici, teologi, attivisti si confronteranno anche sul tema dell’intolleranza religiosa in India. Il tema centrale dell’assemblea è sulla figura del sacerdote “ministro di Dio, rispecchiato nella persona di Papa Francesco”. (NC -PA) (Agenzia Fides 5/4/2015)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network