AMERICA/MESSICO - “Basta omicidi!”: appello del Vescovo e dei commercianti di Acapulco

sabato, 2 aprile 2016 violenza   chiese locali   vescovi   narcotraffico  
Violenza in Messico

internet

Violenza in Messico

Acapulco (Agenzia Fides) – "Fratelli della criminalità organizzata (...) chiediamo gentilmente di concederci un po' di giorni senza violenza" ha detto Laura Caballero, presidente della più grande associazione di commercianti di Acapulco, che insieme al Vescovo di Chilpancigo-Chilapa (Guerrero, Messico), Sua Ecc. Mons. Salvador Rangel Mendoza, OFM, ha lanciato un appello ai capi criminali per una tregua nella guerra tra le bande di narcotrafficanti che ha causato un alto numero di omicidi nell’area.

L'imprenditrice ha anche convocato una riunione ai funzionari statali, membri del governo federale e leader sociali il 13 aprile, in modo di elaborare "una proposta per la pace". Acapulco è divenuta l'epicentro della spirale violenta che sta colpendo il Messico e che ha causato ben 42 omicidi solo durante la Settimana Santa.

Da parte sua il Vescovo di Chilpancigo-Chilapa ha ricordato che da qualche mese chiede al governo di "dialogare con le bande". "Durante le mie visite alle parrocchie della regione, ho sempre chiesto ai criminali di cercare l'armonia, il perdono e di evitare gli omicidi e rapimenti. I capi delle bande sanno bene come sistemare le cose fra di loro", ha affermato il Vescovo.

Acapulco, la seconda città dello Stato di Guerrero, sulla costa del Pacifico a circa 450 chilometri da Città del Messico, è stata per decenni una delle destinazioni preferite dei turisti messicani e stranieri per la bellezza della sua baia, per le sue caratteristiche naturali e il suo eccellente clima tropicale. L’odierna "crisi d'insicurezza" provocata dalla guerra tra bande criminali è simile a quella del 2006 quando la gente non usciva per strade per paura dei proiettili vaganti.

E' vero che il governo ha inviato 4.500 componenti delle forze dell’ordine ma questo non ha ridotto il numero di omicidi.

(CE) (Agenzia Fides, 02/04/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network