AMERICA/NICARAGUA - Insegnanti minacciati, più di due mila bambini senza lezioni: denuncia del Vescovo

venerdì, 18 marzo 2016 politica   vescovi   violenza   gruppi armati  
 Mons. Abelardo Mata

Mons. Abelardo Mata

Jinotega (Agenzia Fides) – Circa 2.100 bambini in età scolare non possono frequentare le lezioni, in particolare nella zona del fiume Bocay ad Ayapal, a causa dell'abbandono degli insegnanti in più di sessanta scuole. Gli insegnanti hanno ricevuto minacce da parte di gruppi armati che vogliono avere il totale controllo della zona (vedi Fides 16/03/2016).
Durante una recente visita a questo territorio, il Vescovo di Estelí, Sua Ecc. Mons. Abelardo Mata, si è potuto rendere conto che l'instabilità e la crisi di sicurezza in questa zona di San José de Bocay, Jinotega, sono dovute a diversi fattori. Oltre alla presenza dei gruppi armati infatti, si vive in un clima di vendetta continua, perché ci sono gruppi che dinanzi alla mancanza di giustizia agiscono per conto proprio, con violenza, mentre si verificano anche degli abusi da parte delle autorità locali.
Gli insegnanti "sono accusati di essere attivisti politici del Fronte Sandinista, sono stati minacciati che non sarà permesso loro di insegnare, così non vanno più a scuola perché hanno paura per la propria vita" conferma Mons. Mata nella nota pervenuta a Fides. Secondo la stampa locale, tale situazione è a conoscenza di tutti ad Ayapal, tuttavia le autorità dell’istruzione e della sicurezza si rifiutano di rilasciare una versione ufficiale dei fatti.
"All'incontro con il Vescovo sono arrivati insegnanti di nascosto e genitori preoccupati di non essere scoperti, altrimenti avrebbero potuto essere arrestati dalla polizia o dai gruppi armati, come già è accaduto in altre occasioni” conclude la nota.
(CE) (Agenzia Fides, 18/03/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network