AMERICA/COLOMBIA - La comunità Wayuu abbandonata da tutti, denuncia Mons. Salah Zuleta

martedì, 16 febbraio 2016 diritti umani   povertà   aree di crisi  
Comunità Wayuu

Comunità Wayuu

Riohacha (Agenzia Fides) – Sua Ecc. Mons. Héctor Ignacio Salah Zuleta, Vescovo di Riohacha, parlando ad una radio locale (BLU Radio) ha denunciato l'abbandono in cui versa la comunità nativa Wayuu, nel dipartimento di La Guajira, e ha elencato le cause dei problemi attuali.
"Il problema non sono solo le multinazionali – ha sottolineato il Vescovo-. Per darvi un esempio: noi, come Chiesa, gestiamo diversi internati che sono la risorsa per la formazione del popolo Wayuu. In una di queste scuole, a 20 minuti da Riohacha, passa il condotto che porta il gas a Neiva, ma nel nostro internato non c'è gas". E questo è solo un piccolo esempio di ciò che sta accadendo nella regione. Il Vescovo è poi tornato a denunciare la responsabilità dei politici per la morte dei bambini di La Guajira per malnutrizione: "La classe politica non ha capito che il loro primo dovere è quello di garantire il bene integrale della popolazione" (vedi Fides 3/02/2016).
Altre cause hanno comunque aggravato la crisi, come la chiusura della frontiera con il Venezuela, e loro "sono stati in grado di ottenere cibo a prezzi accessibili". "Inoltre la siccità è un altro fattore che sta seriamente colpendo la nostra popolazione, perché non si è potuta coltivare la terra come tradizionalmente si è sempre fatto" ha concluso il Vescovo.
(CE) (Agenzia Fides, 16/02/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network