ASIA/YEMEN - Bombardato l’ospedale di Shiara: morti, feriti ed edifici crollati

lunedì, 11 gennaio 2016 sanità  

Julien Harneis

Sana’a (Agenzia Fides) – L’ospedale di Shiara, distretto di Razeh, nel nord dello Yemen, è stato colpito ieri, 10 gennaio 2016. Un grave incidente che ha causato almeno quattro morti e dieci feriti, oltre al crollo di diversi edifici della struttura medica supportata da Medici Senza Frontiere (MSF). Secondo un comunicato diffuso dall’organizzazione, pervenuto all’Agenzia Fides, il numero dei feriti potrebbe aumentare, in quanto potrebbero esserci ancora persone intrappolate tra le macerie. Lo staff e i pazienti sono stati evacuati, i malati sono stati trasferiti all'ospedale Al Goumoury a Saada. Il conflitto è particolarmente acceso nel distretto di Razeh. La popolazione dell'area è stata pesantemente colpita dai continui bombardamenti e dal peso di dieci mesi di guerra.
L'ospedale di Shiara era già stato bombardato prima che MSF iniziasse a supportarlo da novembre 2015 e i servizi erano ridotti alle emergenze, la maternità e attività salvavita. Si tratta del terzo incidente a una struttura medica di MSF negli ultimi tre mesi. Il 27 ottobre 2015 l’ospedale di Haydan è stato distrutto da un bombardamento aereo ad opera della coalizione guidata dall'Arabia Saudita (SLC) e il 3 dicembre scorso è stato colpito il centro di salute a Taiz. In Yemen, MSF sta lavorando nei governatorati di Aden, Al- Dhale, Taiz, Saada, Amran, Hajjah, Ibb e Sana'a. Sin dall'inizio di questa crisi nel marzo 2015 le équipes mediche hanno curato più di 20 mila feriti di guerra, stanno gestendo 11 ospedali e centri sanitari e sostengono regolarmente 18 centri sanitari.. L’organizzazione, inoltre, ha finora inviato più di 790 tonnellate di materiale medico. (AP) (11/1/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network