http://www.fides.org

Dossier

2004-10-02

Lo sviluppo dei dati dell’immigrazione

L’incremento del numero degli stranieri che vivono in Germania può essere attribuito soprattutto all’immigrazione di dipendenti, all’aumento delle nascite e, negli ultimi anni, alla grande affluenza delle persone che richiedono asilo e dei rifugiati. All’inizio degli anni 80, il numero degli stranieri era un po’ diminuito, è aumentato poi fra il 1985 e il 1997. Nel 1997, il numero di stranieri che ha lasciato la Germania è stato superiore rispetto a quello che è venuto in Germania di 21.768. Il flusso migratorio è quindi risultato negativo per la prima volta dal 1984. Tuttavia, il numero totale degli stranieri in Germania è aumentato a 7.36 milioni nel 1997 per l’eccedenza delle nascite sulle morti. Nel 1998, i dati del flusso migratorio erano di nuovo negativi (il numero delle partenze superava quello degli arrivi di 33.455). Questo perché molti rifugiati provvisori dalla Bosnia e dall’Erzegovina sono ritornati a casa. Il numero di stranieri che vivono in Germania è diminuito a 7.32 milioni. Oggi gli stranieri rappresentano l’ 8,9 per cento della popolazione.
Questo significa che nel 1998 il numero degli stranieri in Germania è sceso per la prima volta dal 1980. Nel 1999 il flusso migratorio era di nuovo positivo (il numero degli arrivi superava quello delle partenze di 118.000). 7.343.600 stranieri vivevano in Germania al 31 dicembre 1999. Quasi 1.856.000, dei 7.34 milioni di stranieri in Germania vengono dai paesi della Ue (25,3 per cento), la maggior parte sono cittadini della Turchia (28 per cento), della ex Iugoslavia (16,2 per cento), (dei quali 737.204 vengono dalla ex Jugoslavia, 167.690 dalla Bosnia-Erzegovina, 213.954 dalla Croazia, 18.648 dalla Slovenia e 49.420 dalla Macedonia), dall’Italia (8,4 per cento), dalla Grecia (5 per cento) e dalla Polonia (4 per cento).
La popolazione straniera è concentrata in alcune regioni. In alcuni dei Laender federali come il Baden-Wurttemberg, Berlino, Brema, Amburgo, Assia e Nord Reno-Westfalia la percentuale degli stranieri tra la popolazione residente è notevolmente sopra la media. In alcune città la quota degli stranieri nella popolazione è particolarmente alta: Francoforte sul Meno (30,1 per cento), Stoccarda (24,1 per cento), Monaco di Baviera (23,6 per cento), Colonia (20,5 per cento), Duesseldorf (19,2 per cento), Wiesbaden (18 per cento), Duisburg (17,4 per cento) e Amburgo (18,7 per cento). E c’è una concentrazione particolarmente alta degli stranieri in diversi distretti di alcune città.

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network