AFRICA/CENTRAFRICA - L’ONU lancia un appello a negoziati costruttivi

sabato, 5 gennaio 2013

Bangui (Agenzia Fides)-Con una dichiarazione approvata il 4 gennaio il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha invitato il governo del Centrafrica e i ribelli della coalizione Seleka a sedersi al tavolo delle trattative in buona fede e senza porre condizioni preliminari. Le trattative dovrebbero aprirsi l’8 gennaio nella capitale del Gabon, Libreville, sotto l’egida della Comunità degli Stati dell’Africa Centrale (CEEAC).
I ribelli avevano posto come precondizione al negoziato le dimissioni del Presidente François Bozizé. Una delegazione della Seleka è in ogni caso attesa a Libreville.
L’avanzata dei ribelli si è fermata a 160 km dalla capitale Bangui. La situazione in città rimane però tesa, anche per l’apparizione di milizie di “autodifesa” che improvvisano posti di blocco lungo le strade della città, taglieggiando e depredando gli automobilisti. Alcuni musulmani centrafricani che vivono nella capitale affermano di essere presi di mira come presunti sostenitori della ribellione. La gran parte dei musulmani del Centrafrica (circa il 15% della popolazione) vive nel nord del Paese, da dove provengono i ribelli. (L.M.) (Agenzia Fides 5/1/2013)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network