AMERICA/BOLIVIA - La Chiesa invita i bambini a recuperare il valore del mast’aku

mercoledì, 31 ottobre 2012

Cochabamba (Agenzia Fides) - In occasione della commemorazione dei defunti, la Chiesa cattolica della Bolivia ha invitato bambini e bambine a prendere parte al tradizionale mast’aku (icona ancestrale andina di omaggio ai defunti),da mezzogiorno del primo novembre fino alla stessa ora del giorno seguente. Obiettivo di questa iniziativa è salvare i valori religiosi e culturali. Vicino all’altare della Passione, nella Cattedrale metropolita di Cochabamba, sarà allestito il mast’aku, qui i piccoli potranno pregare e cantare alle anime dei propri cari defunti e potranno indossare i costumi di angeli e santi. I canti e le preghiere verranno ricompensati con dolci e pasticcini, i tradizionali misk’i, e altre leccornie. Questo spazio di preghiera dedicato alle anime dei defunti mira a educare i più piccoli ai valori della fede e dell’amore di Dio. Con la partecipazione dei bambini gli organizzatori intendono recuperare la sensibilità umana e il rispetto per la vita e per la morte. Il mast’aku consiste in ciò che il defunto ha mangiato in vita, il suo vissuto e il suo legame con gli altri. Le anime nuove, o mosoj almas, come sono conosciute nel mondo andino, sono quelle morte da meno di un anno, per le quali si allestiscono grandi tavolate in attesa della loro visita. Secondo la tradizione andina, l’anima del defunto impiega circa un anno ad arrivare all’ultima dimora e visto che vaga ancora nel mondo terreno, gli si devono offrire tutti i cibi che gli piacevano in vita. (AP) (31/10/2012 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network