http://www.fides.org

Africa

2012-08-09

AFRICA/ZAMBIA - 130 sacerdoti chiedono la revoca dell’espulsione di p.Viateur

Lusaka (Agenzia Fides)- Il governo prenda in seria considerazione la revoca dell’espulsione di p. Viateur Banyangandora, il sacerdote di origina rwandese espulso dalle autorità dello Zambia a fine luglio. È quanto chiedono 130 sacerdoti diocesani in una dichiarazione pubblicata in occasione della Conferenza Nazionale della Association of Zambian Diocesan Catholic Clergy (AZADCC), che si è chiusa oggi, 9 agosto.
Nel documento, inviato all’Agenzia Fides, i sacerdoti diocesani si associano a quanto scritto da Sua Ecc. Mons. George Cosmas Zumaire Lungu, Vescovo di Chipata, in un messaggio che verrà letto in tutte le parrocchie della diocesi domenica 12 agosto (vedi Fides 7/8/2012).
“P. Viateur è stato ordinato nel 2004, nella diocesi di Chipata nella quale ha prestato servizio. Molti di noi hanno studiato, vissuto e lavorato con lui. Sappiamo che è un buon prete e un uomo di pace e integro” si afferma nella dichiarazione.
I sacerdoti dichiarano di “essere sorpresi e di non essere soddisfatti” dalle motivazioni presentate dal governo per giustificare l’espulsione di p. Viateur, e rivelano di avere ricevuto “una comunicazione ufficiale dalla diocesi Ruhengeri in Rwanda, che p. Viateur non deve rispondere a nessuna inchiesta da parte del governo di quel Paese”.
Sulla base delle considerazioni precedenti, si chiede quindi che il governo riconsideri l’espulsione del sacerdote, spiegando inoltre in modo chiaro quali sono le vere ragioni del provvedimento. I sacerdoti chiedono pure che le autorità si impegni con la Chiesa per promuovere l’armonia nella relazioni Chiesa-Stato, e lanciano un appello perché si affrontino i veri problemi che interessano i poveri, come il prezzo del mais, del cotone e di altri prodotti agricoli. P. Viateur è stato espulso dopo che in una predica aveva affrontato il problema del prezzo troppo basso del cotone che minaccia la possibilità dei contadini di ottenere un reddito minimo per la sussistenza.
“Imploriamo la Comunità cattolica e i sacerdoti della diocesi di Chipata, e tutte le persone di buona volontà, di mantenere la calma, la pace e di pregare durante questo tempo di attesa per il ritorno di p. Viateur. Che il buon Dio ci benedica e ci guidi attraverso l'intercessione di Maria Nostra Madre” conclude la dichiarazione. (L.M.) (Agenzia Fides 9/8/2012)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network