EUROPA/ITALIA - Durante l’Anno Paolino concessa l’indulgenza plenaria ai pellegrini che si recano nella chiesa di San Paolo alla Regola, prima dimora dell’Apostolo a Roma

martedì, 7 ottobre 2008

Roma (Agenzia Fides) - Nel contesto dell’Anno Paolino, il Santo Padre Benedetto XVI, con un Decreto della Penitenzieria Apostolica emesso il 23 settembre 2008, ha concesso alla chiesa di San Paolo alla Regola la facoltà di essere riconosciuta come meta di pellegrinaggio in cui si possa lucrare l’indulgenza plenaria, applicabile ai vivi o ai defunti.
La chiesa di San Paolo alla Regola, si trova nel pieno centro di Roma, nelle vicinanze del quartiere ebraico, ed è stata costruita sul luogo dove sorgeva la prima dimora dell’Apostolo a Roma: dimora di cui parla San Luca nell’ultimo capitolo degli Atti degli Apostoli, e dove Paolo rimase per due anni sotto custodia militare, insegnando, evangelizzando e scrivendo.
Per ottenere l’indulgenza sono necessarie le solite condizioni: la confessione, la comunione eucaristica e la preghiera secondo le intenzioni del Papa, praticate con animo veramente pentito e distaccato da qualsiasi peccato, anche veniale.
Il dono è concesso a chi si recherà in pellegrinaggio alla chiesa di San Paolo alla Regola, partecipando devotamente – in gruppo o in modo personale – a un rito sacro o a un esercizio di pietà in onore di San Paolo. L’atto si concluderà con la recita del “Padre nostro” e del “Credo”, aggiungendo invocazioni in onore della Beata Vergine Maria e di San Paolo. Tale devozione – ricorda il Decreto – sia sempre unita alla memoria del Principe degli Apostoli San Pietro. (RG/JO) (Agenzia Fides 7/10/2008)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network