AMERICA/COLOMBIA - “Le Missioni ci chiedono non solamente aiuto, ma di condividere l'annuncio e la carità verso i più poveri”: appello delle POM della Colombia, mentre si rilancia il programma di Volontariato Missionario Giovanile per dare un anno della propria vita alla missione

martedì, 17 ottobre 2006

Bogotà (Agenzia Fides) - “La Giornata Missionaria Mondiale è una giornata per pensare di più ai poveri e ai bisognosi. Le Missioni ci chiedono non solamente aiuto, ma di condividere l'annuncio e la carità verso i più poveri”: è l'appello lanciato dalle Pontificie Opere Missionarie (POM) della Colombia per la celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale di domenica 22 ottobre. “La partecipazione a questa Giornata Mondiale delle Missioni, vera e propria festa della missione - continua il testo - ci aiuta a scoprire meglio il valore della nostra vocazione personale e comunitaria. Si cerca di far prendere coscienza a tutti i fedeli del mondo affinché vivano la loro responsabilità evangelizzatrice e cooperino con le missioni cattoliche attraverso la preghiera, i sacrifici, la promozione di vocazioni missionarie, l’invio di missionari e l'aiuto economico”.
Tra tutto il materiale preparato dalle POM della Colombia, ci sono diversi opuscoli indirizzati ad adulti, malati, religiosi, giovani e bambini. In ognuno di questi opuscoli si spiega il senso del tema scelto da Papa Benedetto XVI per la Giornata Missionaria di quest’anno, "La carità è l'anima della Missione", e si riportano brani del Messaggio del Santo Padre. Gli adulti sono invitati a partecipare ad una équipe missionaria parrocchiale che incoraggi l'evangelizzazione e promuova le missioni e le vocazioni missionarie. Ci si affida poi ai malati affinché nel loro cammino di fede vivano un'esperienza profonda del potere risanatore e salvatore di Gesù Cristo e prendano coscienza che, anche dal loro letto o dalla sedia a rotelle, sono molto importanti per la missione: con la loro preghiera ed offrendo il dolore e la malattia affinché tutti gli uomini arrivino alla conoscenza di Gesù Cristo.
Ai bambini è chiesto di riflettere sulle parole che il Santo Padre Giovanni Paolo II pronunciò quando si recò in Colombia - “Voi siete i miei piccoli grandi collaboratori” - e di collaborare nella campagna missionaria. Infine si lancia un appello ai giovani, affinché siano aperti alla possibilità che Dio li chiami ad essere missionari ed a partecipare al programma di Volontariato Missionario che stanno realizzando le POM della Colombia.
Il Volontariato Missionario Giovanile è un nuovo programma delle POM per i giovani che abbiano già esperienza di lavoro pastorale con bambini, giovani ed adulti, e che abbiano partecipato nella loro diocesi ad esperienze di missione. In concreto si tratta di dare a Dio un anno di servizio missionario come volontari, nella pastorale di alcune giurisdizioni ecclesiastiche della Colombia che hanno particolare necessità di giovani pieni di ardore missionario. Dal 19 al 22 ottobre avrà luogo a Medellin l'ultimo incontro di selezione e destinazione dei giovani. Dieci Direttori diocesani delle POM che partecipano al programma hanno indicato 39 giovani, che hanno partecipato a cinque incontri regionali. Tra loro ne sono stati scelti 18, nel dicembre 2005, che sono già nei loro posti di missione, dove resteranno fino al 26 dicembre 2006. Nell’incontro di questi giorni si selezionerà il gruppo seguente di giovani che offriranno un anno per il lavoro missionario. (RG) (Agenzia Fides 17/10/2006; righe 35, parole 496)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network