AMERIKA/PARAGUAY - Überschwemmungsopfer: Bischof Medina beklagt Desinteresse der Behörden

Montag, 26 Juni 2017

ABC Color

Asunción (Agenzia Fides) – Nel giorno della solennità del Sacro Cuore di Gesù, il 23 giugno, il Vescovo emerito della diocesi di San Juan Bautista de las Misiones (Paraguay), Mons. Mario Melanio Medina, ha celebrato la Messa nella scuola Salesianito, e ha esortato i giovani a pregare per il paese, perché "il nostro Paese è ipotecato dai potenti". La celebrazione si è svolta nei campi sportivi della scuola perché centinaia di persone hanno partecipato a questa festa, molto sentita dalla popolazione.
"Il nostro Paese è ipotecato dai potenti - ha detto durante l'omelia - da coloro che senza battere ciglio e senza dolore ci vendono, da coloro che cercano di fare in modo che in questo paese governino le imprese".
Poi Mons. Medina ha ricordato i dipartimenti di Misiones e Ñeembucú, che stanno soffrendo le conseguenze delle inondazioni da mesi, sottolineando la mancanza di "coscienza nazionale". "C'è bisogno dell'intervento delle nostre autorità, con ogni mezzo, per non fare soffrire ancora di più queste persone" ha detto. Ma le parole del Vescovo sono state dure nella conclusione: "Ma questi potenti, credo che riescano a capire poco la situazione che stanno vivendo le vittime delle inondazioni, perché loro sono chiusi in quattro mura con l’aria condizionata e medici di lusso".
Circa 35.000 persone sono state colpite dalle piogge continue cadute tra aprile e maggio, e dalle conseguenti inondazioni che hanno interessato il Dipartimento di Ñeembucú (sud Paraguay), dove 16 distretti sono ancora in una situazione molto grave.
(CE) (Agenzia Fides, 26/06/2017)


Teilen: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network