ASIA/INDONESIA - I Vescovi accanto ai leader islamici per la fine del Ramadan: si parla di pace

lunedì, 26 giugno 2017 diritti umani   minoranze religiose   libertà religiosa   ramadan   islam   cristianesimo   dialogo  

Semarang (Agenzia Fides) – La pace e la convivenza interreligiosa in Indonesia: questo il tema centrale dell’incontro che il neo Arcivescovo Robertus Rubiyatmoko, alla guida della comunità cattolica di Semarang, a Giava centrale, ha avuto in occasione della festa musulmana di Id al-Fitr, momento conclusivo del mese sacro islamico di Ramadan. Come appreso da Fides, l’Arcivescovo ha visitato i leader religiosi e civili musulmani nella Grande Moschea di Java centrale. Accompagnato dal presidente della Commissione diocesana per gli affari ecumenici e interreligiosi, p. Budi Purnomo, Mons. Rubiyatmoko, dopo le preghiere dell’Id-al Fitr, è stato accolto dal vice governatore di Giava centrale, Heru Sudjatmoko e dal presidente della direzione della Grande Moschea, Hajj Noor Achmad. Il discorso si è subito focalizzato sull’urgenza che gli indonesiani, credenti di tutte le religioni, vivano in armonia e pace.
L'Arcivescovo Rubiyatmoko ha trasmesso il messaggio di saluto e di auguri pubblicato dalla Santa Sede in occasione dell’Id-al- Fitr, intitolato “Cristiani e musulmani: prendersi cura della nostra casa comune”. L’Arcivescovo ha poi fatto visita al sindaco di Semarang, Hendrar Prihadi, e ad altri importanti funzionari pubblici come il Capo della polizia, e anche al collegio islamico “Mancoro Pesantren”.
Come riferito a Fides, anche altri Vescovi indonesiani, come il Vescovo Hendricus Pidyarto Gunawan di Malang e il Vescovo Petrus Canisius Mandagi di Amboina hanno avuto riunioni amichevoli con leader religiosi musulmani in occasione della fine del Ramadan..
A nome di tutti i fedeli cattolici indonesiani, l'Arcivescovo di Giacarta Ignazio Suharyo, Presidente della Conferenza episcopale dell'Indonesia, ha pubblicato un video di saluto per l’Id al-Fitr, diffuso dalle tv e dai social media, in cui porge sentiti auguri e auspica che “i cittadini indonesiani siano sempre uniti per costruire un paese all’insegna di armonia e pace”.
L'Arcivescovo auspica che la festività sia occasione per “per promuovere un'Indonesia più giusta e prospera, nella stretta collaborazione tra tutti i cittadini, e nella comune volontà di impegnarsi per un futuro radioso della nostra nazione”. (PP-PA) (Agenzia Fides 26/6/2017)


Condividi: