AMERICA/MESSICO - Ritrovato il cadavere del sacerdote scomparso dal 3 gennaio

venerdì, 13 gennaio 2017 violenza   missionari uccisi  
l Vescovo della diocesi di Saltillo, Coahuila (Messico), Sua Ecc. Mons. José Raúl Vera López

Twitter

l Vescovo della diocesi di Saltillo, Coahuila (Messico), Sua Ecc. Mons. José Raúl Vera López

Coahuila (Agenzia Fides) – Il Vescovo della diocesi di Saltillo, Coahuila (Messico), Sua Ecc. Mons. José Raúl Vera López, O.P. ha comunicato il ritrovamento del corpo del sacerdote Joaquin Hernandez Sifuentes, che era scomparso dal 3 gennaio (vedi Fides 09/01/2017). Ieri le autorità messicane hanno confermato che uno dei tre cadaveri trovati nello stato di Coahuila è quello del sacerdote. Durante un incontro con i giornalisti, Mons. Vera ha ringraziato le autorità per il lavoro fatto e ha riferito che non si hanno ancora dettagli di quanto accaduto: il momento, il luogo e i motivi per cui il sacerdote è stato assassinato.
Secondo le informazioni pervenute a Fides, due persone sono attualmente detenute in qualità di presunti autori del delitto, ma sono ancora sotto investigazione. "La Chiesa può concedere il perdono per i presunti assassini del sacerdote - ha sottolineato il Vescovo - ma dovrà pesare su di loro la giustizia da parte delle autorità".
Mons. Vera ha anche affermato che da quando è Vescovo di Saltillo, è la prima volta che vive una situazione del genere, e ha invitato i cittadini a rendersi conto che anche i membri del clero possono diventare vittime di qualsiasi reato, come tutta la società: “Viviamo in un ambiente sfasciato, in una società fracassata, e i sacerdoti non vivono sotto una campana di vetro”.
La Conferenza Episcopale Messicana, attraverso un comunicato, ha espresso il suo cordoglio al Vescovo e alla famiglia del sacerdote ucciso.
(CE) (Agenzia Fides, 13/01/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network