AMERICA/NICARAGUA - Ancora proteste per il canale interoceanico: la polizia respinge i manifestanti

mercoledì, 30 novembre 2016 diritti umani   indigeni   ambiente  
proteste per il canale interoceanico

internet

proteste per il canale interoceanico

Managua (Agenzia Fides) – La polizia ha respinto con proiettili di gomma e gas centinaia di contadini provenienti del sud del Nicaragua che cercavano di raggiungere la capitale questa notte per partecipare ad una manifestazione di opposizione alla costruzione del canale interoceanico. Lo hanno segnalato i leader dei movimenti contadini. "Ci sono molti feriti" ha detto ai giornalisti, senza specificare il numero, l'avvocato Monica Lopez, a capo della fondazione Popol Nah, che sostiene la lotta dei contadini che verrebbero sfrattati dalle loro terre per la costruzione del canale.
Mons. Silvio Baez, Vescovo ausiliare di Managua, nel messaggio inviato a Fides chiede "libertà per la manifestazione dei contadini" e allega anche il messaggio della leader contadina Francisca Ramírez che ricorda l'articolo 54 della costituzione politica sul diritto alla mobilitazione.
I manifestanti sono arrivati con un convoglio di camion dalla Nuova Guinea, circa 300 km a sud est di Managua. La Nuova Guinea è una zona di montagna nel centro del paese, dove dovrebbe passare il canale interoceanico di 278 chilometri, la cui costruzione il governo ha affidato alla società cinese HKND.
(CE) (Agenzia Fides, 30/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network