AMERICA/PARAGUAY - I Vescovi preoccupati per la presenza crescente del narcotraffico nella politica

venerdì, 11 novembre 2016 conferenze episcopali   narcotraffico   politica  
213ma Assemblea Plenaria Ordinaria della Cep

Cep

213ma Assemblea Plenaria Ordinaria della Cep

Luque (Agenzia Fides) – I Vescovi del Paraguay, riuniti nella città di Luque per la loro Assemblea ordinaria, hanno discusso vari problemi che affliggono il paese e hanno invitato tutti i paraguaiani e le autorità dello Stato ad esaminare la situazione attuale con particolare riguardo alla presenza del narcotraffico nella politica.
"Facciamo appello alla popolazione, e in particolare alle autorità, perché riflettano francamente sui vari problemi che abbiamo di fronte in questi tempi moderni" si legge nel comunicato della Conferenza episcopale paraguaiana (Cep) pubblicato in data 9 novembre.
Il documento, pervenuto a Fides, esprime "preoccupazione per la presenza palese e attiva del narcotraffico sempre più crescente nella società e nella sfera politica, che permea, coinvolgendo e cooptando, tutte le famiglie". I Vescovi chiedono "l'urgente salute morale della nazione" che a loro parere, "è compito di tutti". Segnalano che le istituzioni dello Stato del Paraguay sono seriamente compromesse e di conseguenza, lo Stato stesso “si degrada nella sua essenza naturale che è quella di cercare il bene comune e la dignità di ogni persona umana".
Il comunicato esprime le prime conclusioni della 213ma Assemblea Plenaria Ordinaria della Cep, che si è aperta lunedì 7 e si chiuderà oggi, venerdì 11 novembre.
(CE) (Agenzia Fides, 11/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network