AFRICA/NIGERIA - Donna linciata per blasfemia: prosciolti i 5 indiziati

venerdì, 4 novembre 2016 blasfemia  

Kano (Agenzia Fides) - Prosciolti i cinque uomini sospettati di aver linciato una donna accusata di blasfemia nella città di Kano, nel nord della Nigeria. Il 2 giugno Bridget Patience Agbahime, una venditrice ambulante di fede cristiana di 74 anni, originaria dello Stato meridionale di Imo, venne picchiata a morte da una folla inferocita, dopo che un giovane con il quale aveva avuto un alterco, aveva iniziato a urlare che la donna aveva insultato il profeta Maometto. Un fatto smentito da testimoni e da chi conosceva la vittima come una persona rispettosa del prossimo.
Cinque persone sono state arrestate dalla polizia in relazione all’omicidio della donna. Ieri, 3 novembre, il tribunale di Kano le ha prosciolte con formula piena.
Il 29 maggio a Pandogari, nello Stato nigeriani di Niger, era stato ucciso con modalità simili un venditore ambulante di 24 anni, Methodus Chimaije Emmanuel, anche lui dopo essere stato accusato di blasfemia,
I due brutali omicidi erano stati condannati dalla più grande associazione islamica della Nigeria, la Jama'atu Nasril Islam, il cui leader, il Sultano di Sokoto, Muhammadu Sa'ad Abubakar, aveva dichiarato: “Questi terribili incidenti sono da condannare assolutamente e vanno visti come atti criminali e non islamici, perpetrati da miscredenti e criminali”. (L.M.) (Agenzia Fides 4/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network