AMERICA/STATI UNITI - Sospesa l’espulsione degli haitiani irregolari in seguito all’uragano

giovedì, 13 ottobre 2016 rifugiati   politica   povertà   catastrofi naturali  
Sospesa l’espulsione degli haitiani

internet

Sospesa l’espulsione degli haitiani

Città del Messico (Agenzia Fides) – In seguito alla devastazione causata ad Haiti dall'uragano Matthew, gli Stati Uniti hanno deciso di sospendere temporaneamente le espulsioni degli haitiani che si trovano nel paese senza autorizzazione: lo ha comunicato l’11 ottobre il Segretario per la sicurezza interna, Jeh Johnson, aggiungendo che si intende riprenderle nel futuro. Johnson ha parlato a Città del Messico, dove ha incontrato i funzionari del governo messicano per trattare temi che riguardano gli immigranti, la frontiera e la sicurezza.
“Dovremo far fronte alla situazione d'emergenza, aiutare, essere compassionevoli verso la sofferenza del popolo di Haiti a seguito dell'uragano” ha detto Johnson agli organi di informazione. "Ma dopo questa situazione, dopo che il problema sarà stato affrontato, abbiamo intenzione di riprendere il cambiamento della politica proposto un paio di settimane fa".
Migliaia di emigrati haitiani stanno arrivando nella città messicana di Tijuana nella speranza di attraversare la frontiera e andare negli Stati Uniti (vedi Fides 28/09/2016), creando grossi problemi alla vita sociale della cittadina. I messicani infatti hanno esaurito le loro risorse per aiutare gli emigrati in attesa, molti di loro ricevono aiuto solo dalle strutture della Chiesa cattolica (vedi Fides 10/10/2016).
(CE) (Agenzia Fides, 13/10/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network