ASIA/INDIA - Balaknama: il giornale dei bambini di strada

lunedì, 3 ottobre 2016 bambini di strada  

Internet

Delhi (Agenzia Fides) – A Delhi esiste un periodico scritto e pubblicato dai bambini di strada. Si chiama Balaknama, che in hindi significa “Voce dei Bambini”, e presenta articoli autentici e pungenti che vanno dall’abuso sessuale, al lavoro minorile o alle violenze di strada, trattati tutti dalla prospettiva delle vittime reali. Tuttavia, i giovani impegnati in questa avventura raccontano anche storie di speranza sulle cose positive che accadono in strada. I bambini che lavorano per questo famoso tabloid hanno origini diverse. Ad esempio, l’attuale editore, che ha 17 anni, per guadagnarsi da vivere, durante il giorno lava le macchine. Altri fanno gli spazzini, piccoli lavori occasionali nei bar di strada, alle stazioni degli autobus o in quelle ferroviarie. Per i piccoli come loro, Balaknama è un modo di raccontare alla gente i problemi che affrontano quotidianamente. Molti non sanno nè leggere nè scrivere. Amici e colleghi si prestano a trascrivere le loro storie per il periodico. Non avendo possibilità di accedere a internet o fax, la maggior parte dei ‘reporter’ racconta al telefono ai colleghi dell’ufficio di Delhi il proprio reportage. Hanno una riunione editoriale due volte al mese per decidere quali storie pubblicare. Il giornale li visita sul posto di lavoro per ascoltare e raccogliere le loro storie. In circolazione dal 2003, il tabloid di otto pagine copre sette città ed è diventato parte della vita di circa dieci mila bambini di strada. Secondo le stime del governo indiano, nel Paese ci sono oltre 400 mila bambini di strada, 314.700 tra Bombay, Calcutta, Madrás, Kanpur, Bangalore e Hyderabad e circa 100 mila solo a Delhi.
(AP) (3/10/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network