AFRICA/CONGO - Cooperative per rendere indipendenti i ragazzi disabili

mercoledì, 14 settembre 2016 disabili  

AVSI

Pointe-Noire (Agenzia Fides) – A Pointe-Noire, la seconda città più popolosa della Repubblica del Congo, a circa 500 chilometri dalla capitale Brazzaville, si stima ci siano almeno 7 mila ragazzi disabili su una popolazione di circa 800 mila abitanti. In una nota inviata all’Agenzia Fides si legge che tali persone sono quasi tutte completamente escluse dal mercato del lavoro e costrette a dipendere dal sostegno di familiari e amici. Grazie ad un un progetto triennale per la formazione e l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani disabili, attraverso la creazione di cooperative, 177 ragazzi disabili di Point Noire hanno avuto l’opportunità di diventare sarti, falegnami, tappezzieri, parrucchieri, pasticceri o fabbri. Il progetto realizzato dall’AVSI, con un finanziamento dell’Unione Europea, puntava a migliorare la situazione socio-economica delle persone con disabilità, che sono state accompagnate lungo tutto il loro percorso verso l’indipendenza economica: dalle basi del lavoro, fino alla gestione finanziaria e amministrativa delle cooperative.
(AP) (14/9/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network