ASIA/INDIA - Pastore protestante malmenato da militanti indù

sabato, 27 agosto 2016 induismo   violenza   minoranze religiose   persecuzioni  

New Delhi (Agenzia Fides) - Un uomo di nome Sunny Tyagi, convertitosi al cristianesimo e divenuto Pastore protestante, è stato picchiato da una folla di radicali indù che hanno fatto irruzione in una casa privata dove si svolgeva un incontro di preghiera, nel distretto di Gonda, nello stato indiano di Uttar Pradesh. Lo riferisce a Fides Sajan K. George, Presidente del Consiglio Globale dei Cristiani Indiani (Gcic).
Il 26 agosto 2016, intorno alle 8, il Pastore Sunny Tyagi della Chiesa della Assemblea dei credenti stava guidando una liturgia in casa di un credente, quando improvvisamente dieci militanti radicali induisti hanno fatto irruzione nell'abitazione disturbando e interrompendo l'incontro, minacciando i fedeli e percuotendo il Pastore, gridando a una presunta opera di prosilitismo.
"Il Pastore - spiega Sajan K. George - non era impegnato in nessuna attività criminale, e non stava facendo niente di incostituzionale: è stato malmenato senza alcun motivo e senza alcuna provocazione. E' un atto di violenza gratuita e una violazione della libertà religiosa garantita dalla Costituzione indiana. Il Consiglio Globale dei cristiani Indiani condanna fermamente l'accaduto e chiede alla Commissione nazionale per i diritti umani di indagare e di fare giustizia". (NC-PA) (Agenzia Fides 27/8/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network