AMERICA/EL SALVADOR - In fuga dalla violenza delle ‘maras’

mercoledì, 15 giugno 2016 violenza  

Presidencia El Salvador

San Salvador (Agenzia Fides) - El Salvador sta vivendo una grave ondata di violenza tra le bande criminali. Secondo informazioni pervenute a Fides, la piccola ma densamente popolata nazione centroamericana ha registrato più omicidi nel 2015 rispetto a qualsiasi altro anno nel corso del quale si è protratta la guerra civile e la popolazione giovanile è quella più vulnerabile. Il crimine violento perpetrato dalle "maras", come vengono chiamate le bande, ha provocato la morte di 7500 giovani salvadoregni da metà del 2014. Decine di migliaia di persone, tra i quali un gran numero di minori non accompagnati, sentono di non avere altra scelta che lasciare il Paese. La maggior parte cercano di raggiungere gli Stati Uniti per fare richiesta di asilo, ma molti riescono solo ad arrivare in Messico dove vengono intercettati dalle autorità. Nei primi cinque mesi del 2016, sono stati espulsi dal Messico circa 20 mila salvadoregni, riportati alla violenza dalla quale stavano cercando di fuggire.
(AP) (15/6/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network