AMERICA/NICARAGUA - No al partito unico, sì alla pluralità ideologica: messaggio dei Vescovi per le elezioni

mercoledì, 15 giugno 2016 politica   elezioni   conferenze episcopali   democrazia  
Vescovi del Nicaragua

Vescovi del Nicaragua

Managua (Agenzia Fides) – La Conferenza Episcopale del Nicaragua (CEN), al termine della sua riunione di ieri, in cui ha preso in esame la realtà che sta vivendo il paese, ha pubblicato un messaggio speciale per il popolo nicaraguense, pervenuto a Fides. Il documento, firmato dai dieci Vescovi presenti, è stato letto ai giornalisti da S. E. Mons. Jorge Solórzano Pérez, Segretario generale della CEN.
"Come Pastori della Chiesa – inizia il testo -, vogliamo offrire una parola di luce e di speranza al paese in questo momento travagliato che viviamo, a causa dei recenti avvenimenti che hanno purtroppo creato in molti un sentimento di insicurezza e di confronto, che potrebbe indebolire la credibilità e la competitività nelle prossime elezioni di novembre, favorendo la crescita dell'indifferenza e dell'assenteismo nella popolazione".
"Qualsiasi tentativo di creare le condizioni per l'attuazione di un regime a partito unico in cui scompaiano la pluralità ideologica e i partiti politici è dannoso per il paese, dal punto di vista sociale, economico e politico – proseguono i Vescovi -. E' possibile vivere in armonia e tolleranza, anche in mezzo ad una sana diversità sociale e politica, che arricchisce tutte le aree della nazione".
Il documento, in 5 punti, riprende le richieste consegnate dai Vescovi al Presidente Ortega nel 2014: "Resta valido quanto abbiamo chiesto al Signor Presidente nel maggio 2014: garantire in questo 2016 un processo elettorale presidenziale trasparente e onesto, in cui deve essere espressa, senza alcun dubbio, la volontà popolare; con un sistema che garantisca ad ogni nicaraguense la propria scheda di suffragio prima delle elezioni e un processo elettorale aperto ad osservatori di istituzioni nazionali ed estere" (vedi Fides 7,8,14/06/2016).
Il messaggio si conclude con questo invito: "Esortiamo tutti i nicaraguensi a vivere questo momento con speranza e con grande spirito civico. La situazione attuale non dovrebbe far aumentare l'apatia, né l'indifferenza, ma deve essere vissuta come una sfida per costruire una nuova società basata sul diritto e sulla giustizia, nella quale si rispetti la volontà sovrana del popolo".
(CE) (Agenzia Fides, 15/06/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network