VATICANO - Il Card. Filoni ai seminaristi: una vocazione che ha per orizzonte il mondo intero

venerdì, 27 maggio 2016 filoni   pontificie opere missionarie   animazione missionaria   chiese locali  

Seminario S.Luis Bertran

Bogotà (Agenzia Fides) – Nel pomeriggio del 25 maggio, il Card. Fernando Filoni ha presieduto la Concelebrazione Eucaristica al “Seminario Intermisional San Luis Bertràn” a Bogotà, insieme alla comunità formativa e ai seminaristi, nell’ambito della sua visita pastorale in Colombia (vedi Fides 19/5/2016).
“Questo seminario, fondato nel 1959 dalla Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, si prepara a vivere il suo sessantesimo anno di vita – ha ricordato il Cardinale nell’omelia -. Vuole essere, secondo le intenzioni dei fondatori, un luogo di formazione dei Vicariati Apostolici, come pure promuovere e guidare il clero a prendere a cuore l'evangelizzazione come l'obiettivo primario dei futuri sacerdoti. Oggi, con più di 100 studenti, mentre ricordiamo anche i tanti sacerdoti preparati e attivi nei diversi Vicariati, continua a rispondere alle stesse aspettative”.
Il Prefetto del Dicastero Missionario ha quindi sottolineato l’importanza che la direzione del Seminario sia affidata alla Conferenza Episcopale, pur mantenendo il suo carattere missionario e sia sotto la tutela della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. “E' bello perché i Vescovi di questo paese sentono che ricade anche su di loro la responsabilità per l'opera di evangelizzazione in tutto il paese e la formazione degli operatori pastorali”.
Prendendo spunto dal Vangelo proclamato poco prima, in cui l’evangelista Marco racconta di quando Gesù, per la terza volta, prepara i discepoli al mistero della sua passione (Mc 10,32-45), il Card. Filoni si è soffermato in sul tema del servizio, in quanto particolarmente connesso alla missione sacerdotale. “Cristo non ha smesso di dare l’esempio ai suoi discepoli, diventando servo e offrendo volontariamente la sua vita sulla croce... La logica del Regno di Dio è quella del servizio, non quella del potere, non quella del fare carriera, quella della donazione totale al Vangelo, non della ricerca della promozione sociale. La vocazione sacerdotale è la chiamata di Dio al servizio dei fratelli... Vi raccomando, quindi, la meditazione di questo Vangelo come motivazione della vostra vocazione sacerdotale e missionaria”. Infine il Prefetto del Dicastero Missionario ha raccomandato ai seminaristi: “siete chiamati a partecipare alla missione della Chiesa che avete dinanzi e che il Signore, attraverso il Vescovo, vi affiderà. Ora tocca a voi prepararvi e rispondere se accettare o meno”. Il Cardinale li ha invitati a “lasciarsi affascinare da Cristo”, a “scoprire la bellezza di donargli la vita”, a “non limitarsi a piccoli progetti”. “Abbiate il coraggio di accettare una chiamata grande, che ha per orizzonte il mondo intero, e siate disposti a prendere in seria considerazione la proposta di offrire i migliori anni della vostra vita nella piena disponibilità missionaria nei luoghi anche più difficili ed emarginati delle vostre Chiese particolari e, perché no?, oltre i vostri confini”. (SL) (Agenzia Fides 27/05/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network