ASIA/PAKISTAN - Scampati a un rapimento i familiari di un avvocato cristiano

mercoledì, 25 maggio 2016 violenza   minoranze religiose   islam   blasfemia  

LEAD

Al centro l'avvocato Sardar Mushtaq Gill

Lahore (Agenzia Fides) - Si sono salvati i genitori e una sorella dell'avvocato cristiano Sardar Mushtaq Gill, rapiti a Lahore il 22 maggio scorso da sconosciuti. L'avvocato, che già in passato aveva ricevuto minacce per il suo impegno legale in difesa dei cristiani discriminati o vittime innocenti di blasfemia, aveva registrato prontamente una denuncia.
I tre erano a una fermata dell’autobus per raggiungere il villaggio di Kot Usad Ullah per esprimere le condoglianze a un parente. Uno sconosciuto li ha invitati a salire su un’automobile, dicendo che era stato inviato dall'avvocato Gill, per poi dirigersi in tutt’altra direzione. Approfittando di un momento di traffico, con l'auto ferma, le due donne sono uscite dall'abitacolo, mentre l'uomo, minacciato con una pistola, è rimasto nella mani del rapitore. Le due donne hanno subito avvisato la polizia del sequestro. Alcune ore dopo, anche l'uomo è stato liberato. Il padre dell'avvocato ha riferito che il sequestratore gli ha esplicitamente parlato dell'attività del figlio e "della sua difesa dei casi legati alla religione".
L'avvocato Gill e la sua famiglia sono da mesi vittime di minacce e vessazioni. In questi giorni, l'organizzazione guidata dall'avvocato, "LEAD" (Legal Evangelical Association Development),
si sta occupando di ragazze cristiane vittime di conversioni forzate e costrette al matrimonio islamico. Nel mese di maggio ne ha salvate due. "Nonostante questa sofferenza e questi attacchi, continuerò nell'opera di difesa delle vittime della violenza religiosa" ha commentato Gill a Fides. (PA) (Agenzia Fides 25/5/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network