AMERICA/MESSICO - Garantire la sicurezza delle persone a Veracruz, non vedere aumentare i sequestri

mercoledì, 4 maggio 2016 violenza   vescovi   gruppi armati  
Violenza a Veracruz

Violenza a Veracruz

Veracruz (Agenzia Fides) – "A Veracruz è necessario un meccanismo di reazione immediata alla scomparsa di una persona, senza dover attendere 72 ore per presentare la denuncia" ha detto il Vescovo di Córdoba (Veracruz, Messico), Sua Ecc. Mons. Eduardo Patiño Leal, parlando alla comunità dopo la celebrazione della festa della Santa Croce, il 2 maggio.
"Sappiamo che in altri luoghi del paese, si riescono a ritrovare le persone in vita se si interviene prima. Le autorità devono garantire che questi crimini non accadano. Purtroppo non solo continuano ad accadere, ma aumentano, ecco perché preghiamo per le autorità, perché riescano a trovare soluzioni adeguate per queste tragedie" ha aggiunto il Vescovo secondo la nota pervenuta all’Agenzia Fides. "Bisogna garantire la sicurezza della popolazione di Veracruz e non continuare a vedere aumentare i casi di persone scomparse" ha concluso Mons. Patiño Leal.
La Chiesa in questa zona ha dovuto adattarsi alla situazione diffusa di minacce o violenze: in moltissime parrocchie la Messa domenicale delle 8 della sera é stata anticipata "per motivi di sicurezza". Anche nei piccoli paesini di campagna e nella periferia, dove i fedeli impiegano qualche ora di cammino per arrivare alla chiesa, si celebra la Messa al mattino e non più al pomeriggio, per paura di far tardi nel ritorno e diventare vittime di qualche gruppo criminale.
(CE) (Agenzia Fides, 04/05/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network