AFRICA/MALAWI - La lettera dei Vescovi è l’ultimo avviso: per un missionario “si rischia l’esplosione sociale”

giovedì, 17 marzo 2016 vescovi   fame  


Lilongwe (Agenzia Fides) - “È una lettera molto profonda e da prendere seriamente in considerazione” afferma p. Piergiorgio Gamba, missionario monfortano, commentando la Lettera Pastorale dei Vescovi del Malawi sullo stato del Paese (vedi Fides 15/3/2016), nella quale si sottolineano le gravissime condizioni sociali ed economiche nelle quali vive la maggior parte della popolazione.
“Il Malawi rischia l’esplosione per la fame che quest’anno raggiungerà un livello ulteriormente critico a seguito del raccolto andato a male in tante zone del Paese per i cambiamenti climatici che non portano piogge a sufficienza per la crescita del mais, il cibo base dei 17 milioni di abitanti” spiega p. Gamba. “I Vescovi parlano proprio di una ‘fame infinita’ con milioni di persone a rischio nell’immediato futuro, ma già ora senza cibo sufficiente”.
“La lettera dei Vescovi è forse l’ultimo richiamo - o come si dice l’ultimo campanello di allarme – perché quello che potrebbe arrivare dopo potrebbe essere incontrollabile” sottolinea il missionario.
La mancanza di piogge non colpisce tutti allo stesso modo, perché come dice p. Gamba, “alla vigilia della Pasqua, la descrizione fatta dai Vescovi è la Via Crucis di tutto il popolo del Malawi che si trova diviso tra pochissimi che si arricchiscono e milioni di persone che vivono nella fame e nella povertà quasi assoluta”. Ed è il divario tra ricchi e poveri che potrebbe scatenare la rivolta violenta. (L.M.) (Agenzia Fides 17/3/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network