AMERICA/MESSICO - Ragazzi scomparsi a Veracruz: la gente non denuncia per paura del crimine organizzato

sabato, 6 febbraio 2016 vescovi   violenza   gruppi armati  
Ragazzi scomparsi a Veracruz

Ragazzi scomparsi a Veracruz

Veracruz (Agenzia Fides) – "I casi di sequestro sono tanti. Prima si parlava di 50 ma, dopo un sondaggio più accurato, è emerso che sono almeno 400 quelli scomparsi: Ma la maggior parte delle loro famiglie non hanno denunciato per la paura", ha detto il padre di uno dei ragazzi scomparsi, vittime del narcotraffico e del crimine organizzato, presente ieri alla celebrazione di Tierra Blanca. I parenti delle vittime dei ragazzi scomparsi si sono riuniti presso la parrocchia Virgen del Carmen per poi partecipare alla messa celebrata dal vescovo di Veracruz, Sua Ecc. Mons. Luis Felipe Gallardo Martín del Campo, S.D.B.. Il Vescovo ha invitato alla preghiera e ha chiesto che i rapiti siano liberati e restituiti alle famiglie. La Chiesa è diventata l'unico punto di riferimento per molte famiglie in cerca di fiducia e speranza.

Mons. Gallardo Martín del Campo ha voluto leggere la lista delle 23 persone scomparse a Tierra Blanca solo nelle ultime settimane. "Tempo fa si sapeva che la banda armata dei Guerriglieri di Sierra Guerrero arruolava gente con la forza. Adesso con il narcotraffico e il crimine organizzato entrati nella nostra società non c'è controllo di nulla, il sistema di giustizia è distrutto, c'è violenza ovunque. E le autorità adesso non sanno come fermare il problema", ha segnalato il vescovo. “Neanche la Chiesa è esente di questa violenza” ha continuato il vescovo. “Abbiamo avuto più di 5 casi di sequestri: i sacerdoti rapiti e poi rilasciati in mezzo ai campi, solo per rubare le loro auto. Due seminaristi sono stati rapiti ma fortunatamente ritrovati: le nostre parrocchie fanno quotidianamente i conti con rapine ed estorsioni”. (CE) (Agenzia Fides, 06/02/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network