ASIA/IRAQ - Ankawa come Las Vegas?

sabato, 23 gennaio 2016 aree di crisi  

ankawa.com

Erbil (Agenzia Fides) - Nella città di Erbil, capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno, appare in aumento il processo di degrado che sta riempiendo i sobborghi abitati da cristiani di negozi per la vendita di alcol, discoteche, case da gioco e "locali per massaggi" dove in realtà si pratica la prostituzione. Secondo i dati forniti dal Ministero locale per il turismo, nel solo sobborgo di Ankawa, dove si concentrano i cristiani caldei, siri e assiri, negli ultimi tempi sono stati aperti senza licenza 13 negozi per la vendita di alcol. Un fenomeno che si espande grazie anche alle complicità degli apparati pubblici e alla crisi economica: il volume di affari – anche illegali – realizzati intorno a locali notturni e massaggerie è l'unico che continua a crescere, insieme a quello legato alle armi, nell'economia devastata del Paese. Gli organismi di controllo amministrativo del governatorato di Erbil danno vita a interventi sporadici contro il gioco d'azzardo, la crescita numerica di locali senza licenza e la prostituzione, ma tali iniziative episodiche – fatte soprattutto per acquietare le periodiche lamentele di rappresentanti religiosi musulmani – si rivelano inefficaci a arginare il degrado.
Nei mesi scorsi, (Vedi Fides 10/17/2015) centinaia di cristiani iracheni residenti a Ankawa avevano organizzato una manifestazione di protesta contro i fenomeni che rendono ancora più avvilente la vita quotidiana in quell'area della capitale del Kurdistan iracheno, dove sono concentrate anche le comunità di rifugiati fuggiti dalla Piana di Ninive davanti all'offensiva dello Stato Isrlamico (Daesh). In quell'occasione, era stata anche consegnata a un rappresentante del governatore di Erbil una lista di richieste concrete rivolte alle locali autorità amministrative, per una soluzione decisa e rapida delle emergenze che tengono la popolazione di Ankawa in stato di crescente sofferenza. A affollare questi locali malfamati - riferiscono all'Agenzia Fides fonti locali sono anche curdi musulmani provenienti da alte aree di Erbil. Nei loro quartieri non si vende alcol, non ci sono locali notturni, così stanno trasformando Ankawa nella loro 'Las Vegas'. (GV) (Agenzia Fides 23/1/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network