http://www.fides.org

News

2014-06-25

AMERICA/ARGENTINA - I Vescovi preoccupati per la situazione economica nazionale

Buenos Aires (Agenzia Fides) – “Abbiamo seguito con attenzione e preoccupazione pastorale la situazione creatasi per il debito estero e le sue possibili conseguenze per il nostro paese e la vita della nostra gente, specialmente dei nostri fratelli più vulnerabili, dopo il recente verdetto della Corte Suprema di Giustizia degli Stati Uniti. Tale fatto richiede con urgenza da tutta la leadership un atteggiamento maturo di unità e di responsabilità per rispondere, in una giusta negoziazione, alla situazione generatasi”. Così si esprime il Comitato esecutivo della Conferenza Episcopale Argentina, presieduto da Sua Ecc. Mons. Jorge Eduardo Lozano, Vescovo di Gualeguaychú, un un comunicato appena pubblicato, pervenuto all’Agenzia Fides.
Secondo i dati raccolti dall’Agenzia Fides, in seguito al crack del 2001-2002 il debito estero del paese sudamericano è finito in mano ad alcuni cosiddetti “fondi avvoltoi”, e da allora l'Argentina è impegnata in una battaglia legale con i creditori che si sono rifiutati di partecipare alle riformulazioni del debito. Il 16 giugno scorso la Corte Suprema statunitense ha respinto l'appello dell'Argentina e così è rimasta valida la decisione del giudice Usa Thomas Griesa di New York che ha ordinato al paese di pagare il debito agli “avvoltoi” entro il 30 giugno. Il ministero dell’economia argentino ha avvertito che non sarà in grado di farlo in quanto richiederebbe una nuova bancarotta.
Nel loro comunicato, i Vescovi citano Papa Francesco: "L'economia centrata solo sulla speculazione finanziaria debilita le relazioni, ritarda lo sviluppo dei popoli e compromette l’equità dell'ordine internazionale". Ricordano inoltre che “la questione economica è un tema centrale nella vita dei popoli, che però deve essere sempre al servizio del bene comune, della crescita integrale della persona e nel solco della giustizia”. Infine confidano nella disponibilità e nella competenza professionale di coloro che guidano la nazione, delle forze politiche, degli economisti, degli impresari, al fine di lavorare insieme ad una soluzione del problema. (CE) (Agenzia Fides, 25/06/2014)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network