AMERICA/ARGENTINA - La protesta di migliaia di disabili che vedono compromessa l’assistenza

sabato, 3 novembre 2012

Buenos Aires (Agenzia Fides) – Circa duemila persone legate al mondo della disabilità si sono date appuntamento il 30 ottobre in una delle strade principali della capitale argentina Buenos Aires, per chiedere alle autorità di rivedere la risoluzione della Soprintendenza dei Servizi Sanitari (SSS) che ha ridotto i rimborsi alle opere sociali e al PAMI (Programa de Atención Médica Integral), perché in questo modo si colpisce l'assistenza di quasi 100.000 persone con disabilità.
Secondo la nota inviata all’Agenzia Fides da Aica, tra i manifestanti erano presenti delegazioni della Piccola Opera della Divina Provvidenza (Opera Don Orione), dell'Associazione degli Istituti educativi speciali (AIPESA), dell'Associazione aiuto ai Ciechi (ASAC), del Consiglio argentino per l'inclusione delle persone con Disabilità (CAIDIS) e della Federazione Argentina degli istituti Pro-Aiuto ai disabili (FENDIM). I partecipanti alla manifestazione hanno sottolineato che il cambiamento nel sistema dei rimborsi porterà gravi conseguenze anche per i lavoratori e i collaboratori di tutte queste istituzioni. Secondo le ultime informazioni, la Soprintendenza dei Servizi Sanitari (SSS) ha comunicato che non era sua intenzione danneggiare le persone disabili e ha convocato una serie di incontri per stilare una nuova risoluzione. (CE) (Agenzia Fides 3/11/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network