ASIA/FILIPPINE - Agguato a un attivista per i diritti umani a Mindanao: ucciso suo figlio 11enne

mercoledì, 5 settembre 2012

Zamboanga (Agenzia Fides) – L’obiettivo dell’agguato era lui, Timuay Locencio Manda, leader tribale della comunità Subanen, attivista per i diritti umani: ma ieri, 4 settembre, a Zamboanga (sull'isola di Mindanao), quando dei sicari gli hanno sparato alle 7. 20 del mattino, Timuay è rimasto solo ferito, mentre suo figlio 11enne, Jordan Manda, è stato ucciso. Secondo i gruppi per i diritti umani, il leader tribale è stato colpito perché nelle scorse settimane si era pubblicamente opposto allo sfruttamento minerario del sottosuolo, proprio mentre il governo ha concesso tre nuove autorizzazioni a compagnie minerarie per esplorare il sottosuolo nell’area di Zamboanga. Tali progetti, denunciano gli attivisti, violano il “dominio ancestrale” delle popolazioni indigene, distruggono le loro terre e la loro fonte di sostentamento, attentano alla vita stessa delle comunità locali. Per questo sono contestati in base a leggi nazionali e internazionali. Gli attivisti ora chiedono al governo “una moratoria immediata per tutte le attività minerarie nella penisola di Zamboanga”.
I missionari cattolici presenti a Mindanao confermano le tensioni esistenti. P. Giulio Mariani, PIME, dell’Euntes Center di Zamboanga, dice a Fides che “la situazione è peggiorata: a Zamboanga si registrano continue uccisioni”. “Siamo molto preoccupati” aggiunge a Fides l’altro missionario del PIME, p. Peter Geremiah, impegnato per la difesa delle popolazioni indigene a Mindanao. “Nei mesi scorsi vi sono state molte vittime di questo genere. Occorre che i mass media portino alla luce tali eventi” rimarca p. Peter, ricordando una delle vittime di tale scia di omicidi extragiudiziali: il suo confratello p. Fausto Tentorio, PIME, ucciso un anno fa. Autorità locali, missionari, gruppi per i diritti umani lo ricorderanno insieme a tutte le altre vittime innocenti il prossimo 17 settembre, con un grande raduno a Davao. (PA) (Agenzia Fides 5/9/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network